rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Centro storico

Sì alla legge sulla cremazione, ma si incentiva anche la sepoltura tradizionale

Con 27 sì e 7 astenuti il Consiglio provinciale ha dato il via libera alla legge sulla cremazione. Votati anche due ordini del giorno: quello di Sembenotti incentiva la pratica tradizionale della sepoltura

Con 27 sì e 7 astenuti il Consiglio provinciale di Trento ha dato il via libera alla legge che disciplina la cremazione. Votati anche due ordini del giorno, uno di Franca Penasa (Lega) e l'altro di Marco Sembenotti (Civica). L'ordine del giorno Penasa impegna le amministrazioni a concedere ampliamenti ai cimiteri anche per far posto alle tombe di famiglia. Quello di Sembenotti ha l'obiettivo di incentivare, attraverso tecniche di inumazione particolari, la pratica tradizionale della sepoltura. Il consigliere della Civica ha presentato l'ordine del giorno partendo dai sui dubbi sulla cremazione. Pratica, ha detto, che la Chiesa tollera ma non incentiva. Il Libro delle esequie approvato dalla Cei nel novembre 2012, ha ricordato, non ammette la dispersione delle ceneri al di fuori dei cimiteri. Claudio Eccher (Civica), ha sottolineato il fatto che nella legge Panetta manca una precisa regolamentazione della dispersione delle ceneri, come si fa invece in Alto Adige.  Nerio Giovanazzi (AT) ha detto che questa legge prende atto che sulla cremazione c'è un cambiamento culturale che si lega ad una necessità concreta, quella di contenere i cimiteri.

Per Franca Penasa la legge tiene conto di sensibilità religiose, ma c'è una raccomandazione, che viene anche dal Consorzio dei comuni, a non favorire la dispersione ceneri, ma di contenerle nei cimiteri anche per poter onorare la memoria dei defunti. Favorevole alla legge anche Sembenotti che nelle dichiarazioni di voto ha però manifestato dubbi su alcuni aspetti amministrativi che non vanno nel senso della semplificazione. Sì anche da Mario Casna (Gruppo Misto) che ha ricordato la necessità di preservare, dando importanza ai cimiteri, la nostra cultura cristiana. Astenuto dal voto Claudio Civettini (Lega) perché, pur riconoscendo la libertà di coscienza, è contrario alla cremazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sì alla legge sulla cremazione, ma si incentiva anche la sepoltura tradizionale

TrentoToday è in caricamento