Cronaca

Bollettino coronavirus del 9 settembre: 44 nuovi contagi e 32 guarigioni

Tra i positivi anche 15 giovani, tra cui 11 bambini. Crescono i ricoveri, sempre vuote le terapie intensive

Sono 44 i nuovi contagi da Covid riportati nel bollettino dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari diramato nel pomeriggio di giovedì 9 settembre. Non si registrano vittime, ma c'è un aumento importante dei posti letto occupati in ospedale: mercoledì infatti ci sono stati 5 nuovi ingressi, parzialmente compensati da 2 dimissioni. Attualmente quindi i pazienti ricoverati sono 22, nessun dei quali in rianimazione.

Particolarmente alto il numero di tamponi analizzati: oltre 4.200 fra molecolari e antigenici. Della prima fattispecie, il Laboratorio di Microbiologia dell’Ospedale Santa Chiara ne ha analizzati 741 che hanno individuato 17 nuovi casi positivi confermando 15 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Questi ultimi sono stati 3.478, dei quali 27 sono risultati positivi.

Ad aver contratto l’infezione ci sono tra gli altri anche i giovanissimi: 6 hanno meno di 2 anni, 5 tra 6-10 anni, 2 tra 11-13 anni e 2 tra 14-19 anni. Ci sono anche 2 persone in fascia 60-69 anni e 3 ultra ottantenni.

Sul fronte vaccinazioni, da registrare i seguenti valori: 706.584 somministrazioni eseguite fino a giovedì mattina, 325.079 delle quali riferite a seconde dosi. Nelle fasce over 80, 70-79 e 60-69 anni le dosi finora somministrati e sono rispettivamente 67.687, 91.263 e 108.675. Infine le guarigioni: altri 32 casi portano il totale a 45.973

Vaccino obbligatorio? Quando potrebbe scattare l'extrema ratio

Vaccino anti-covid e obbligo, non è un tema che pare possa vedere un dibattuto a stretto giro, ma il governo sembra avere già le idee chiare in merito. L'esecutivo avrebbe infatti fissato un target preciso da raggiungere entro fine anno per evitare di ricorrere all'obbligo: quello del 90% di over 12 immunizzati. Il ragionamento del ministero della Salute, stando a quanto trapela dalla indiscrezioni raccolte dal Sole 24 ore, sarebbe il seguente. Con una percentuale di adesione così massiccia il sistema sanitario sarà probabilmente in grado di reggere l'impatto dell'epidemia anche nei mesi invernali. Se viceversa l'obiettivo non venisse centrato scatterebbe l'obbligo del vaccino per tutti, visto però come una sorta di extrema ratio.

Focolaio al Santa Chiara, c'è un nuovo positivo

C'è un nuovo caso di positività al Covid tra le persone coinvolte nel focolaio sviluppatosi nel reparto di medicina dell'ospedale Santa Chiara di Trento. La conferma è arrivata nel pomeriggio di mercoledì 8 settembre, con una nota dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari. "Dallo screening a tappeto sull’intero reparto di medicina dell’Ospedale Santa Chiara di Trento è emerso un solo tampone positivo" fa sapere l'Apss. Un centinaio le persone testate, tra operatori sanitari e pazienti ricoverati. Nei prossimi giorni si procederà ad effettuare una nuova tornata di tamponi sia sugli operatori sia sui degenti, in base al tipo di contatto che gli stessi hanno avuto con le persone risultate positive.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus del 9 settembre: 44 nuovi contagi e 32 guarigioni

TrentoToday è in caricamento