rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Cronaca

Bollettino coronavirus: i dati del 30 novembre

I dati vengono elaborati ogni giorno dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Il Covid causa una nuova vittima in Trentino. Secondo quanto riferisce l'Azienda provinciale per i servizi sanitari nel bollettino aggiornato a martedì 30 novembre, si tratta di un uomo ultraottantenne, non vaccinato. Salgono così a 1.387 i morti dall'inizio della pandemia in Trentino.

I nuovi casi registrati sono invece 199, di questi 71 casi positivi rilevati dal molecolare (su 956 test effettuati) e 128 all’antigenico (su 11.670 test effettuati). I molecolari poi confermano 76 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. La maggioranza dei casi (ben 129) sono asintomatici, mentre per quanto riguarda le fasce di età i casi più numerosi (67) sono tra i 40 e i 59 anni. 4 casi tra i minori di 2 anni, 6 nella fascia 3-5 anni, 18 nella fascia 6-10, 9 in quella 11-13 e 13 casi tra i 14 e i 18 anni. Dai maggiorenni in su, si contano 39 casi nella fascia 19-39, 22 casi nella fascia 60-69, 14 casi nella fascia 70-79 e altri 7 casi tra gli over 80. Sono 22 le classi in quarantena, una in più rispetto a lunedì.

Cala leggermente la prssione sugli ospedali: i pazienti ricoverati sono 52, dopo che lunedì si sono registrati 4 nuovi ricoveri a fronte di 5 dimissioni. C'è però un peggioramento nelle terapie intensive, dove risulta una persona in più, e 8 in totale.

Sul fronte vaccinazioni, a martedì mattina si è arrivati a 840.024 dosi totali, di cui 376.706 seconde dosi e 43.622 terze dosi. I nuovi guariti sono 104 che portano il totale da inizio pandemia a 49.019. La fascia d'età 20-49 anni è quella con il maggior numero di vaccinati con almeno una dose, pari a 170.715, seguono poi i 50-59enni con 75.612 vaccinati, e i 60-69enni con 61.637 vaccinati.

Trento, focolaio in uno studentato

Attivato il protocollo del focolaio, quindi della quarantena per poco meno di 200 studenti, ospiti dello studentato universitario Nest dei Solteri, a Trento, a fine novembre. Il direttore della struttura, Luca Nicolli, ha precisato che sono otto i positivi sul primo screening effettuato. I ragazzi stanno tutti bene e non presentano particolari sintomi. Lo studentato Covid ospita circa 190 persone, attualmente i ragazzi presenti in struttura sono 187 e "tutti hanno la doppia vaccinazione e sono asintomatici" a affermato il direttore. Martedì mattina sono arrivati i tecnici dell'Azienda sanitaria per fare i tamponi a tutti, le persone non presenti in struttura sono state avvisate e si sono messe in quarantena e si attendono i risultati finali. 

Un Super Green pass per le vacanze di Natale

Dal 6 dicembre verrà adottato il Super green pass. L'approvazione del Consiglio dei ministri è arrivata all'unanimità nel pomeriggio di mercoledì 24 novembre: via libera dunque alla nuova certificazione, che di fatto vieta l'accesso alle attività ludiche e ricreative ai non vaccinati. Il nuovo green pass infatti, sarà ottenibile solo dopo la vaccinazione o la guarigione dal Covid, mentre la certificazione tramite tampone resterà solo per andare a lavoro o per i servizi essenziali. Per la recrudescenza dei contagi da Covid-19 in concomitanza con le festività di Natale l'indirizzo del Governo è infatti stato quello di restringere gli ambiti per i quali sono ritenuti validi i green pass connessi a test rapidi e tamponi molecolari. Il ministro della Salute Speranza ha inoltre annunciato che dal primo dicembre sarà possibile per tutti accedere alla terza dose di vaccino (dopo 5 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: i dati del 30 novembre

TrentoToday è in caricamento