rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Bollettino coronavirus: i dati del 25 novembre

I dati vengono elaborati ogni giorno dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Resta alto il numero dei nuovi contagi in Trentino. L'ultimo bollettino, diramato dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari nel pomeriggio di giovedì 25 novembre, evidenzia ben 177 nuovi contagi, a fronte di oltre 11mila tamponi analizzati nelle ultime 24 ore. In crescita anche i ricoveri, con altre 5 persone in ospedale. Non ci sono nuove vittime.

Nel dettaglio, i casi positivi al molecolare (835 i test effettuati mercoledì) sono 81. Sempre numerosi i test rapidi: sono stati 10.365 dei quali 96 sono risultati positivi. Da aggiungere infine che i molecolari hanno confermato anche 105 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. L'Azienda sanitaria fa sapere che la quasi totalità dei nuovi casi è classificata fra gli asintomatici o pauci sintomatici. Salgono a 18 le classi in quarantena.

Come anticipato, c'è un lieve incremento anche sul fronte delle ospedalizzazioni dopo che a fronte di 4 dimissioni sono stati accolti in reparto altri 5 pazienti: in totale dunque sono 52 le persone ricoverate, di cui 6 in rianimazione. Alto però anche il numero di nuove guarigioni, ben 94, che portano il totale a 48.682 dall'inizio della pandemia.

A giovedì mattina, le vaccinazioni sono arrivate a quota 827.879, cifra che comprende 374.878 seconde dosi e 34.668 terze dosi.

Gimbe e il monitoraggio del giovedì

Un'altra settimana con una performance in "peggioramento", dal punto di vista dei casi positivi al coronavirus in Trentino, quella rilevata dal monitoraggio della fondazione Gimbe che copre il periodo tra il 17 e il 23 novembre. "Per la quinta settimana consecutiva - dichiara Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione Gimbe - aumentano a livello nazionale i nuovi casi settimanali (+27%) con una media mobile a 7 giorni più che quadruplicata: da 2.456 il 15 ottobre a 9.866 il 23 novembre".  L’aumento della circolazione virale è ben documentato dall’incremento sia del rapporto positivi/persone testate (da 3,6% a 14,7%), sia del rapporto positivi/tamponi molecolari (da 2,4% a 6,3%) e positivi/tamponi antigenici rapidi (da 0,07% a 0,27%).

Un Super Green pass per le vacanze di Natale

Dal 6 dicembre verrà  adottato il Super green pass. L'approvazione del Consiglio dei ministri è arrivata all'unanimità nel pomeriggio di mercoledì 24 novembre: via libera dunque alla nuova certificazione, che di fatto vieta l'accesso alle attività ludiche e ricreative ai non vaccinati: il nuovo green pass infatti, sarà ottenibile solo dopo la vaccinazione o la guarigione dal Covid, mentre la certificazione tramite tampone resterà solo per andare a lavoro o per i servizi essenziali. Per la recrudescenza dei contagi da Covid-19 in concomitanza con le festività di Natale l'indirizzo del Governo è infatti stato quello di restringere gli ambiti per i quali sono ritenuti validi i green pass connessi a test rapidi e tamponi molecolari. Il ministro della Salute Speranza ha inoltre annunciato che dal primo dicembre sarà possibile per tutti accedere alla terza dose di vaccino (dopo 5 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: i dati del 25 novembre

TrentoToday è in caricamento