rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Bollettino coronavirus: i dati del 23 novembre

I dati vengono elaborati ogni giorno dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Sono 101 i nuovi casi da Covid19 in Trentino, secondo i dati aggiornati a martedì 23 novembre. In attesa del bollettino dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari, il presidente della Provincia Maurizio Fugatti ha fornito qualche cifra durante la conferenza stampa convocata per fare il punto sulla situazione epidemiologica.

Nel dettaglio, sono 22 i casi positivi al tampone molecolare e 79 quelli all'antigenico, su un totale di oltre 12mila tamponi effettuati, con una percentuale di positività dello 0,8%.

Migliora la situazione negli ospedali: nelle ultime 24 ore infatti ci sono tre nuovi ricoveri ma ben 7 dimissioni. In totale dunque restano 53 persone in ospedale, di cui 5 in terapia intensiva (anche qui, una in meno rispetto a lunedì).

"È una situazione da tenere monitorata giorno per giorno: si è aggravata rispetto alle scorse settimane ma è ancora sotto controllo" ha ribadito Fugatti in conferenza.

Nel dettaglio, il bollettino dell'Apss riporta 22 casi positivi al molecolare (su 643 test effettuati) e 79 all’antigenico (su 11.623 test effettuati). I molecolari hanno anche confermato 28 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Nelle classi di età più mature la situazione vede 18 nuovi contagi in fascia 60-69, 10 in quella 70-79 e 4 fra gli ultra ottantenni. 16 le classi in quarantena.

824.047 le vaccinazioni registrate fino a martedì mattina, di cui 374.209 seconde dosi e 31.888 terze dosi. 74 infine i guariti per un totale d a inizio pandemia pari a 48.503.

Terza dose

Da lunedì 22 anche gli over 40 potranno prenotare la terza dose del vaccino anti Covid 19. Si amplia così la platea dei destinatari della dose booster: finora infatti, le prenotazioni erano riservate a over 60 e persone fragili.

Super Green pass: le ipotesi

In Alto Adige torna il coprifuoco, con la stretta per cercare di frenare il contagio che vede alcune chiusure, l'obbligo di usare la mascherina all'aperto e sui mezzi pubblici. In Trentino, invece, il presidente Maurizio Fugatti spinge per avere regole differenziate per persone vaccinate e non vaccinate, con l'auspicio di salvare la stagione invernale e quindi una buona fetta dell'economia. In tutta Italia, invece, due Regioni sono avviate verso la zona gialla e il Super Green Pass dovrebbe essere varato prima del weekend (le Regioni sono divise sull'impostazione della stretta).

Continua a leggere

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: i dati del 23 novembre

TrentoToday è in caricamento