rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Bollettino coronavirus Trentino: i dati aggiornati del 20 ottobre

L'aggiornamento di oggi divulgato dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Torna a fare vittime il Covid in Trentino. Nel report dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari aggiornato a mercoledì 20 ottobre, c'è infatti un nuovo decesso. Il totale dei morti dall'inizio della pandemia nella provincia sale così a 1441. Si tratta di un anziano, vaccinato, affetto da altre patologie che è morto in ospedale.

Sul fronte dei contagi troviamo altri 43 casi positivi su circa 8.000 tamponi analizzati: martedì sono stati effettuati 7.586 test antigenici che hanno rilevato 21 casi positivi. I molecolari analizzati invece sono stati 411: in questo caso sono emersi 22 nuovi casi positivi ai quali si aggiungono 6 conferme di positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Fra i nuovi casi da rilevare la presenza di 13 nuovi contagi fra ultra ottantenni. 

A martedì, le classi in quarantena erano 4, mentre negli ospedali scendono ancora i ricoverati dopo che sono state dimesse 3 persone a fronte di 1 solo nuovo ingresso: al momento i pazienti sono 14, di cui sempre 2 in rianimazione.

Le vaccinazioni intanto sono arrivate a quota 776.233, cifra che comprende 356.524 seconde dosi e 8.056 terze dosi. Ci sono infine altri 27 guariti che portano il totale da inizio pandemia a quota 47.192.

Focolaio in Rsa

Nel fine settimana tra il 16 e il 17 ottobre sono stati segnalati alcuni casi di infezione Covid-19 in una Rsa che si trova a Trento. I contagi sono stati accertati con tampone molecolare effettuato ad alcuni ospiti che avevano manifestato sintomi da raffreddamento. I test hanno riscontrato otto positivi tra gli ospiti, uno dei quali non era vaccinato per motivi sanitari. Solo due delle otto persone interessate presentano sintomi molto lievi, mentre le altre non hanno attualmente alcuna manifestazione clinica. La situazione è al momento sotto controllo e, a titolo precauzionale, sono state sospese le visite dei familiari.

Tamponi e Green pass nelle sedi Apss

Dal pomeriggio di lunedì 18 ottobre sarà possibile effettuare i tamponi antigenici rapidi a pagamento anche in alcune sedi dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari. L'incremento della capacità diagnostica era stato annunciato dalla Provincia e dall'Apss in vista del prevedibile aumento della domanda di tamponi in corrispondenza con l'entrata in vigore del green pass obbligatorio.

Camper vaccinale: verso il capolinea

Mercoledì 20 ottobre si terrà l'ultima tappa del tour del camper vaccinale organizzato dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento e gli Ordini delle professioni sanitarie: l'iniziativa voluta per facilitare l'accesso alla vaccinazione anti Covid agli abitanti del Trentino ha toccato oltre 30 piazze e parsserà a Mezzocorona in chiusura, in piazza San Gottardo sosterà tutto il giorno.

Vaccinazioni ed effetto Green pass

Forse non si può ancora parlare di inversione di tendenza, ma un dato importante va sottolineato: il Trentino e l'Alto Adige sono tra le regioni dove il numero di 'neo vaccinati' (cioè di prime dosi), è cresciuto maggiormente nelle ultime settimane. Effetto Green pass probabilmente: con la necessità di avere la certificazione verde per andare al lavoro, in tanti potrebbero aver deciso di vaccinarsi.

Secondo i dati riportati dall'agenzia Ansa, è proprio la Provincia autonoma di Trento a guidare la classifica delle persone in attesa di seconda dose (cioè le persone che hanno deciso di vaccinarsi recentemente), il 6,7%. Seguono il Piemonte con il 5,8%, e chiude il podio come anticipato la Provincia autonoma di Bolzano con il 5,5%. A livello nazionale il dato è del 2,8%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus Trentino: i dati aggiornati del 20 ottobre

TrentoToday è in caricamento