Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca

Bollettino coronavirus: i dati del 20 dicembre

I dati vengono elaborati ogni giorno dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Primo giorno di zona gialla in Trentino e nuovo balzo in avanti dei ricoveri ospedalieri: nel bollettino di lunedì 20 dicembre infatti, salgono a quota 120 i pazienti covid, di cui 24 in rianimazione. Nella giornata di domenica ci sono stati ben 11 nuove ospedalizzazioni a fronte di appena una persona dimessa.

Nell'aggiornamento diramato dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari non si segnalano nuove vittime. I contagi sono 81, a fronte di poco meno di 6mila tamponi effettuati. Alto il numero dei guariti nelle ultime 24 ore, ben 218.

Nel dettaglio, sono stati analizzati 652 tamponi molecolari che hanno riscontrato 28 nuovi casi positivi e confermato 202 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Questi ultimi sono stati 4.929, dei quali 53 sono risultati positivi. La maggior parte dei contagi si concentra nella fascia 19-39 anni (sono 38), ma ci sono anche 2 piccolissimi (0-2 anni) e 18 tra bambini e ragazzi (3-18 anni). 47 le classi in quarantena.

Le vaccinazioni intanto sono arrivate a quota 961.514, cifra che comprende 386.862 seconde dosi e 145.944 terze dosi.

Trentino in zona gialla

Da oggi, lunedì 20 gennaio, il Trentino è in zona gialla. Il cambio di colore era praticamente certo sulla base dei limiti ormai sforati da giorni su incidenza, occupazione dei posti letto in area medica e in terapia intensiva. Ora arriva anche l'ufficialità. "La decisione non ci fa piacere, ma è necessaria in questa fase. Per evitare che la situazione peggiori, è fondamentale che si aderisca alla campagna vaccinale, in particolare tra chi deve ancora fare la prima dose e chi sta attendendo di fare la terza dose" è l'appello del presidente Maurizio Fugatti.

Il vaccino per i bambini

Da giovedì 16 dicembre, a partire dalle 12, sono aperte le prenotazioni delle vaccinazioni contro il Covid-19 dei minori nati tra il 2010 e il 2016. Come di consueto anche per questa fascia di età le prenotazioni avverranno attraverso il Cup-online. Per la Pat si tratta di "una grande opportunità per i bambini, prima di tutto per proteggerli da gravi complicazioni della malattia e dal long Covid, per permettere loro di continuare a frequentare la scuola in presenza, le attività sportive e ricreative oltre a proteggere i loro parenti e amici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: i dati del 20 dicembre
TrentoToday è in caricamento