rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Monitoraggio giornaliero

Bollettino coronavirus: i dati del 17 dicembre

I dati, come sempre, vengono elaborati dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Restano nella media degli ultimi giorni i nuovi contagi da Covid in Trentino. Il bollettino aggiornato a venerdì 17 dicembre e diramato dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari nel pomeriggio, segnala però una nuova vittima: si tratta, secondo quanto riferisce l'azienda sanitaria, di una donna anziana, vaccinata ma affetta anche da altre patologie.

Sono invece 267 i nuovi contagi registrati: 84 i casi positivi al molecolare (su 1.673 test effettuati) e 183 all’antigenico (su 8.152 test effettuati). I molecolari hanno confermato anche 131 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. Tra i nuovi casi ben 8 riguardano piccolissimi (meno di 2 anni) ed altri 8 bambini in fascia 3-5 anni. Ancora di più (27) i casi in fascia 6-10, e poi 11 casi in fascia 11-13 e 16 fra chi ha 14-18 anni. Giovedì le classi in quarantena erano 46. Contagi anche nelle fasce di età più alte: 27 nella fascia 60-69, 13 in quella 70-79 e 4 fra gli ultra ottantenni.

Negli ospedali la situazione è abbastanza stabile, con il totale dei ricoveri in lieve miglioramento: giovedì ci sono stati 5 nuovi ingressi ma 12 dimissioni, e il totale dei pazienti covid ospedalizzati scende così a 102. In crescita invece il numero delle persone in terapia intensiva, salito a 22 contro le 19 di giovedì.

Le vaccinazioni, secondo l'aggiornamento di venerdì, hanno raggiunto quota 954.083, comprese 385.929 seconde dosi e 141.319 terze dosi. Infine, un dato rilevante è quello dei guariti: ben 300 nelle ultime 24 ore.

Altre notizie qui

Vaccino obbligatorio per alcuni

Altra stretta "covid" in Italia. Dal 15 dicembre, con il nuovo decreto Super Green Pass, scatta l’obbligo di vaccinazione per alcune categorie di lavoratori. L'obbligo vaccinale non riguarda solo per i sanitari (terza dose) ma anche per chi lavora nel comparto sanità, sicurezza, difesa e istruzione. L’estensione ha validità a decorrere dalla mezzanotte di mercoledì 15 dicembre ed esclude la possibilità di essere adibiti a mansioni diverse. Ecco chi dovrà necessariamente vaccinarsi entro il 15 dicembre per poter continuare a lavorare:

  • personale amministrativo della sanità
  • docenti e personale amministrativo della scuola
  • militari
  • forze di polizia, compresa polizia penitenziaria
  • personale del soccorso pubblico

L'emergenza sanitaria congelata

L'emergenza sanitaria congelata fino a fine marzo e la nuova stretta del Cdm sulle direttive anti-contagio è ormai al centro di molte discussioni. Come si apprende da fonti di governo, il cambio di passo è voluto dai ministri della Salute e degli Esteri, Roberto Speranza e Luigi Di Maio. Inoltre Super Green pass confermato in zona bianca fino a 31 marzo. Rallenta di molto la fase di transizione verso la normalità, a complicare i piani ci sarebbe la variante Omicron.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: i dati del 17 dicembre

TrentoToday è in caricamento