Cronaca

Bollettino coronavirus Trentino: +23 contagi e boom di tamponi

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Sono 23 i nuovi contagi da Covid 19 registrati in Trentino. Lo riporta il bollettino dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari aggiornato al pomeriggio di giovedì 14 ottobre. Il dato più rilevante è quello dei tamponi: un vero e proprio boom, anche in vista dell'entrata in vigore venerdì del green pass obbligatorio, con circa 5.000 teste effettuati.

Si conferma l’assenza di decessi, ma salgono a 20 i pazienti ricoverati (ieri 3 nuovi ingressi e solo 1 dimissione). Intanto le vaccinazioni arrivano a quota 765.812, comprese 351.594 seconde dosi e 5.919 terze dosi. 

Sono stati 4.553 i tamponi antigenici analizzati ieri: 13 di questi sono risultati positivi. Si aggiungono ad altri 10 positivi individuati dai 347 tamponi molecolari che ieri hanno confermato anche 9 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.

Fra i nuovi contagi da rilevare la presenza di 1 bambino in fascia 3-5 anni e di 2 ragazzini fra gli 11 e i 13 anni. Contagiata anche 1 persona ultra settantenne ed 1 over 80. Restano 5 le classi in quarantena. Ci sono poi altri 26 guariti che portano il totale a 47.058.

Green pass, tutti i dettagli

l Green pass, protagonista delle discussioni quotidiane degli italiani da mesi, sta per diventare un documento ancora più indispensabile per vivere. Se prima era necessario solo per accedere a determinati servizi e in alcuni luoghi, dal 15 ottobre servirà anche per accedere al luogo di lavoro. I dubbi, però, sono ancora molti. Il nuovo decreto approvato dal Consiglio dei ministri il 16 settembre scorso e firmato dal capo dello Stato Sergio Mattarella il 21, ha ribattezzato il certificato verde covid con il nome di "super green pass". Quello che è necessario sapere è come ottenere il green pass? Quanto dura? Cosa succede con lo smart working? Quali sono le multe previste? Il vademecum.

Il tour del camper vaccinale

Continua il tour del camper vaccinale nelle valli trentine. Un'iniziativa che finora ha portato alla somministrazione di 722 dosi di vaccino: l'obiettivo, sottolinea in una nota l'Azienda provinciale per i servizi sanitari, è intercettare chi ancora non si è vaccinato perché indeciso o semplicemente per la difficoltà di raggiungere uno dei centri vaccinali.

Proprio per questo, anche nei prossimi giorni infermieri e medici saranno nelle piazze per chiarire dubbi e perplessità, e ovviamente per vaccinare direttamente sul posto chi vorrà farlo. Mercoledì 13 ottobre il camper sarà a Moena, in Val di Fassa, e poi proseguirà il suo giro a Frassilongo e Vignola Falesina (giovedì), Giovo (venerdì) e Spiazzo (sabato).

Importante ricordare che chi ha fatto, o farà, la prima dose in una delle tappe del camper vaccinale sarà successivamente contattato dall’Azienda sanitaria per fissare la data della seconda dose, da effettuarsi in un centro vaccinale o in un ambulatorio della zona. Resta ovviamente sempre la possibilità di prenotare la seconda dose (o la terza per ultra ottantenni e fragili) in uno dei centri vaccinali di Apss tramite il CUP online.

Il calendario

  • Moena (str. Luigi Heimann) - mercoledì 13 ottobre tutto il giorno
  • Frassilongo (località Maso Paoli) - giovedì 14 ottobre mattina
  • Vignola Falesina (davanti al Municipio) - giovedì 14 ottobre pomeriggio  
  • Verla di Giovo (piazza Rosmini) - venerdì 15 ottobre mattina
  • Spiazzo (piazza San Vigilio) - sabato 16 ottobre mattina
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus Trentino: +23 contagi e boom di tamponi

TrentoToday è in caricamento