rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Coronavirus: due decessi nel report del 27 novembre

I dati vengono elaborati ogni giorno dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Il bollettino sull'andamento del contagio di sabato 27 novembre redatto dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari registra purtroppo due decessi per Covid-19 in Trentino, uno dei quali è avvenuto in ospedale: vittime una donna e un uomo di circa 80 anni non vaccinati. Sono 188 i nuovi casi positivi, mentre le guarigioni sono 112 in più, per un totale di 48.851 da inizio pandemia. Calano i pazienti ricoverati, che scendono a 44, in seguito a 7 dimissioni e 4 nuovi ricoveri. Sono invece 6 le persone seguite in rianimazione, in calo di una unità.

Più nel dettaglio, 89 casi positivi sono stati rilevati dal test molecolare (su 797 test effettuati) e 99 dall’antigenico (su 8.486 tamponi). I molecolari confermano inoltre 104 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.

Tra i nuovi positivi, 104 sono asintomatici. Sono 42 i bambini e i ragazzi contagiati: 4 hanno meno di 5 anni; venerdì le classi in quarantena erano 15. Per quanto riguarda gli adulti, i nuovi positivi under 60 sono 103, mentre 43 hanno più di 60 anni (8 hanno superato gli 80 anni). Per quanto riguarda le vaccinazioni, sabato mattina sono arrivate a quota 833.300, delle quali 375.762 seconde dosi e 38.411 terze dosi.

Maratona vaccinale

Hub vaccinali aperti dalle 6 di mattina fino alle 24, dal 4 all'8 dicembre. Il Trentino lancia una vera e propria maratona vaccinale, annunciata dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti con una conferenza stampa ad hoc. "Chiedevamo una scossa all'Azienda sanitaria e un'assunzione di responsabilità per la cittadinanza. L'obiettivo, anche della giunta, è quello di raggiungere 100mila dosi somministrate nei cinque giorni di apertura" ha detto Fugatti. Il via alle prenotazioni scatterà tramite il cup dell'Azienda provinciale dei servizi sanitari da lunedì sera. Le dosi, fa sapere la giunta, ci sono già, e per tanto non ci saranno problemi di approvvigionamento. 

Un Super Green pass per le vacanze di Natale

Dal 6 dicembre verrà  adottato il Super green pass. L'approvazione del Consiglio dei ministri è arrivata all'unanimità nel pomeriggio di mercoledì 24 novembre: via libera dunque alla nuova certificazione, che di fatto vieta l'accesso alle attività ludiche e ricreative ai non vaccinati. Il nuovo green pass infatti, sarà ottenibile solo dopo la vaccinazione o la guarigione dal Covid, mentre la certificazione tramite tampone resterà solo per andare a lavoro o per i servizi essenziali. Per la recrudescenza dei contagi da Covid-19 in concomitanza con le festività di Natale l'indirizzo del Governo è infatti stato quello di restringere gli ambiti per i quali sono ritenuti validi i green pass connessi a test rapidi e tamponi molecolari. Il ministro della Salute Speranza ha inoltre annunciato che dal primo dicembre sarà possibile per tutti accedere alla terza dose di vaccino (dopo 5 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: due decessi nel report del 27 novembre

TrentoToday è in caricamento