Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Bollettino coronavirus: i dati del 22 giugno

I dati vengono elaborati quotidianamente dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Per il quinto giorno consecutivo non si registrano vittime e sono soltanto tre le persone contagiate dal virus nelle ultime 24 ore, una intercettata dai 648 tamponi molecolari analizzati da Apss e due registrate nell'ambito di 825 test rapidi antigenici. I molecolari hanno anche confermato una positività emersa nei giorni scorsi dai test rapidi. Questi i dati del bollettino dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari sulla diffusione del Coronavirus in Trentino di martedì 22 giugno. 

Dei tre nuovi positivi, uno appartiene alla fascia di età compresa fra i 60 ed i 69 anni, mentre non vi sono contagi fra coloro con più di 70 anni. Resta sostanzialmente invariata la situazione negli ospedali, dove non si registrano né ingressi, né dimissioni. I pazienti ricoverati sono 11, di cui tre in rianimazione, lunedì erano due. Sul fronte delle vaccinazioni stamane risultavano somministrate 408.423 dosi, di cui 156.301 seconde dosi, 65.560 per gli ultra ottantenni, 82.324 nella fascia 70-79 anni e 89.913 in quella 60-69 anni. Infine, martedì mattina erano circa un migliaio le prenotazioni dei ragazzi fra i 16 ed i 17 anni, che da lunedì sera possono prenotare la vaccinazione.  

Stop alle mascherine all'aperto

Fine dell’obbligo di mascherine all’aperto a partire dal 28 giugno, quando tutte le regioni saranno in zona bianca. Il parere espresso dal Comitato tecnico scientifico precede la conferma del ministro Roberto Speranza: ''Dal 28 giugno superiamo l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto in zona bianca, ma sempre nel rispetto delle indicazioni precauzionali stabilite dal Cts'', scrive il titolare del dicastero della Salute. Il dispositivo di protezione resta tuttavia raccomandato per i soggetti fragili e l'obbligo rimane in caso di assembramento.

Zona bianca e restrizioni (quelle che rimangono): le nuove Faq del Governo

Sempre meno le restrizioni anti-contagio da coronavirus in tutta Italia. Il passaggio in zona bianca, però, non significa tornare alla vita prima del Covid-19. Qualche regola da seguire rimane anche con i contagi che continuano ad abbassarsi. Dal 21 giugno cade in tutta Italia la restrizione del coprifuoco, ma distanziamento e dispositivi di protezione, al momento, rimangono tra le regole da rispettare. Sul sito del Governo è stata aggiornata la sezione Faq (Frequently asked questions).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: i dati del 22 giugno

TrentoToday è in caricamento