menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corteo contro il ministro Boschi, blindata la zona del Santa Chiara

Manifestazione del Sindacato di Base al Commissariato del Governo per protestare contro Maria Boschi. Presidio dell'Usb e comitati referendari al Sociale contro Poletti

Il Sindacato di base multicategoriale ha indetto un corteo di protesta da viale Verona (altezza Ponte dei Cavalleggeri) ed arriverà davanti all'auditorium, dove parlerà il ministro Maria Elena Boschi, ospite per l'ultimo giorno del Festival dell'economia di Trento. Obiettivo della manifestazione - dicono i partecipanti - sarà contestare il testo di revisione costituzionale che verrà sottoposto a referendum popolore il prossimo mese di ottobre 2016.

La Questura ha già fatto sapere che fermerà il corteo all'altezza dell'incrocio fra Via Piave e Corso Tre Novembre, a circa cento metri dall'Auditorium, per impedire ai manifestanti di avvicinarsi troppo. Il quadrilatero attorno al Centro Santa Chiara è infatti presidiato dalle forze dell'ordine, carabinieri e poliziotti in assetto anti sommossa ma anche agenti della polizia locale e guardia di finanza. Chiuso al traffico il primo tratto di via Piave, dall'incrocio con via Tre Novembre fino a quello con via dei Mille. Nella zona di via Santa Croce sono state anche rimosse alcune auto parcheggiate proprio sul lato strada di fronte all'auditorium e, precauzionalmente, sono anche stati temporaneamente rimossi i cestini della spazzatura.

"Per la natura dell'evento Festival ed in relazione al contesto di minaccia terroristica internazionale, nonché per la presenza di numerose personalità", si legge nella prescrizione del Questore della provincia di Trento, notificata in questi giorni al rappresentante del Sindacato di base.

Il Sindacato intende svolgere un corteo pacifico, colorato e rumoroso: "Si auspica quindi che la Questura non assuma inutili azioni di contrasto - si legge in una nota di Sbm - non è intenzione dei manifestanti arrivare al contatto con i reparti mobili della polizia, ma di far giungere la propria voce contraria alla ministra Boschi".

Manifestazione anche dell'Unione sindacale di base (Usb) e dei rappresentanti dei comitati referendari, impegnati nella campagna per il 'NO', che a livello nazionale hanno raccolto circa 300 mila firme, mentre la mattinata trentina ha permesso di raccoglierne (oer ora) una sessantina. A pochi metri dall'entrata principale del Teatro Sociale in via Oss Mazzurana, dove si è svolto l'incontro con il mistro Poletti, circa una ventina di persone hanno manifestato distribuendo volantini e fermando i passanti per spiegare le ragioni della protesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento