Cronaca Viale San Francesco D'Assisi

Il Muse lancia i corsi per adulti "digitali": dalla programmazione alle stampanti 3D

Si chiama "internet of things", è la possibilità di agire nella realtà attraverso programmi ed app. Al Muse adulti ed anziani avranno la possibilità di superare il "divario digitale"

Dalla programmazione alle stampanti 3D, fino all'utilizzo del telefonino per accendere il riscaldamento o  le luci di casa. Non è mai troppo tardi: inizia lunedì 23 ottobre al Muse il corso,  promosso dalla Fondazione Demarchi, per avvicinare adulti ed anziani alle svariate possibilità di internet e del mondo digitale. Possibilità davvero sorprendenti, che magari nemmeno i igli o i nipoti conoscono. Non si trattta infatti di uno dei tanti corsi di informatica per "non rimanere indietro". FabLab, questo il nome dell'iniziativa, è un'occasione per essere all'avanguardia, nonostante il "divario digitale" che allontana sempre più la generazione dei "millenials" da quella dei genitori. 

In Italia - si legge nella nota del Muse - il divario digitale è ancora particolarmente rilevante. I motivi  possono essere molti, come ad esempio le condizioni economiche, il livello d'istruzione, la qualità delle infrastrutture e, naturalmente, l’età. I dati Istat 2013 – infatti - raccontano che le persone di età compresa tra i 60 e i 64 anni che navigavano sul web erano quasi il 37 %. Un bel salto in avanti se si pensa che dieci anni prima erano poco più del 12 e soprattutto che al suo interno, anche se lentamente, sta crescendo anche la fascia 65-74 (20% nel 2013 contro il 4,4 del 2003). Dati che però stridono se confrontati con quelli europei dove, nel 2013, in media utilizzava il web ben il 45 % della fascia 55-74 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Muse lancia i corsi per adulti "digitali": dalla programmazione alle stampanti 3D

TrentoToday è in caricamento