rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Bollettino coronavirus: i dati del 7 gennaio

I dati vengono elaborati ogni giorno dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari

Una vittima e 972 contagi, con 130 persone in più ricoverate in ospedale. È il bilancio dell'ultimo bollettino covid, diramato dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari nel pomeriggio di venerdì 7 gennaio. La vittima, deceduta in ospedale, è una persona anziana, vaccinata, ma affetta da altre patologie.

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati 150 nuovi casi positivi al molecolare (su 1.192 test effettuati) e 822 all’antigenico (su 5.192 test effettuati). I molecolari hanno anche confermato 33 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi. La situazione dei contagi per fasce di età è la seguente: 8 tra 0-2 anni, 7 tra 3-5 anni, 42 tra 6-10 anni, 37 tra 11-13 anni e 116 tra 14-18 anni. A giovedì le classi in quarantena erano 2. Salendo di età troviamo 387 nuovi positivi in fascia 19-39 anni, 292 tra 40-59 anni, 48 tra 60-69 anni, 17 tra 70-79 anni e 18 di 80 o più anni.

Preoccupa il dato delle ospedalizzazioni, dopo che giovedì si sono registrati 13 nuovi ingressi a fronte di appena 3 dimissioni. Il totale delle persone ricoverate sale così a 130 (erano 121 giovedì), di cui 24 in terapia intensiva (uno in meno rispetto ai 25 di giovedì).

Ci sono fortunatamente anche molti guariti: 338 gli ultimi certificati, per un totale da inizio pandemia pari a 56.432. 
Infine la campagna di vaccinazioni: venerdì mattina il numero delle somministrazioni è salito a 1.015.936, comprese 394.743 seconde dosi e 185.773 terze dosi.

Vaccino obbligatorio per over 50

L'obbligo vaccinale sta per diventare realtà: il consiglio dei ministri ha approvato all'unanimità il nuovo decreto legge con le misure anti-covid. Via libera al dl che prevede il super gran pass per gli over 50 sul posto di lavoro e l'obbligo vaccinale per chi ha ha più di 50 anni ed è senza lavoro. Stralciata la norma che prevedeva di esibire il green pass rafforzato per accedere a servizi e negozi dopo l'opposizione della Lega. Per andare in banca, dal parrucchiere, dall'estetista o nei centri commerciali sarà comunque necessario il green pass semplice, ovvero l'obbligo - finora non previsto - di essere vaccinati, guariti o in possesso dell'esito di un tampone negativo. Non ci sarebbero al momento ulteriori limitazioni per la partecipazione agli eventi sportivi quali la capienza di stadi e palazzetti dello sport.

Vaccinazioni no-stop: il calendario

L'Azienda provinciale per i servizi sanitari porta avanti con impegno la campagna vaccinale contro il Covid. Il vaccino, sottolinea Apss, è lo strumento di prevenzione più importante per proteggere sé stessi e gli altri dalla malattia e dalle sue gravi complicanze oltre a permettere, nel caso di bambini e ragazzi, la frequenza della scuola in presenza, delle attività sportive e ricreative. In aggiunta alle giornate già pianificate questo mese si aggiungono altre sedute straordinarie.

Terza dose per 16enni e 17enni

Dalle 18 di mercoledì 5 gennaio è possibile prenotare la terza dose del vaccino anti covid anche per 16enni e 17enni. Lo comunica l'Azienda provinciale per i servizi sanitari. Un passo ancora più importante perché arriva nelle vicinanze del ritorno a scuola dopo le vacanze invernali. Per effettuare la prenotazione sarà sufficiente collegarsi al Cup online.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollettino coronavirus: i dati del 7 gennaio

TrentoToday è in caricamento