Coronavirus: in Trentino un caso all'ora. Raccolti 100.000 euro per l'Azienda sanitaria

Niente chiusura totale dei negozi, per ora. I guariti sono 3, i gravi 4. Vietate passeggiate in Bondone e pedalate sulla ciclabile

Polizia Locale controlla la statale in Valle del Chiese

L'aggiornamento quotidiano della Giunta sulla situazione coronavirus in Trentino parla di numeri ancora in crescita mercoledì 11 marzo. Sono 25 i nuovi casi rilevati rispetto a ieri, significa un nuovo caso ogni ora. Sono quattro i contagiati ricoverati in terapia intensiva all'ospedale di Rovereto, da alcuni giorni riservato a questi casi, mentre 28 persone sono ricoverate nel reparto di Malattie Infettive di Trento, altri 43 contagiati sono in isolamento presso le proprie abitazioni.

In Trentino ad oggi 77 casi, la maggioranza a casa

I casi, dunque, sono 77, di cui 27 registrati a Trento. Tre persone sono guarite. Ci sono poi zone turistiche, come ha sottolineato il presidente Fugatti, dove si sono registrati diversi casi come i 4 di Canazei, i 4 di Vermiglio ed i 3 di Commezzadura. Altri comuni in cui si sono registrati casi sono Cembra-Lisignago (4), Pieve di Bono (4), Pergine (3), Storo (3), Borgo Chiese (2), Rovereto (2), Cavalese (2), un caso a Borgo Lares, Giustino, Campitello di Fassa, Predaia, Caderzone, Bocenago, Dro, Brentonico, Cis, Carisolo, Molveno, San Jèn di Fassa.

"In alcune zone del trentino connotate da una forte presenza turistica i casi stanno aumentando - ha sottolineato il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti - La ricognizione dei contatti dei singoli casi è sempre più complessa parallelamente alla crescita. Sono numeri che dicono che la situazione è in continua crescita quotidiana, pur non essendo paragonabili ad altre realtà del nostro paese, l'attenzione deve sempre essere molto alta".

Fugatti: "Non prenderemo iniziative singole, rispetto per il Governo"

In giornata sono stati chiariti alcuni aspetti del decreto di Conte "Resto a casa", ma c'è anche una forte richiesta da parte di sindacati ed associazioni di categoria sostanzialmente per chiudere tutto, eccetto supermercati e farmacie. "Abbiamo avuto anche una forte presa di posizione del mondo sindacale trentino per un forte intervento sulle attività economiche. Noi crediamo che iniziative singole dei vari territori a questo punto siano sbagliate per rispetto istituzionale e correttezza dei rapporti con il Governo centrale. Se il Governo lo chiederà, naturalmente prenderemo i provvedimenti necessari" ha commentato Fugatti.

Il messaggio è sempre quello di non muoversi se non per andare al lavoro, a fare la spesa, o per altre necessità. Lo ha ribadito il governatore: "Nei prossimi 7-10 giorni capiremo qual è la portata. Il messaggio che vogliamo dare riguardo all'applicazione delle disposizioni a livello nazionale è che, come i trentini hanno finora sempre dimostrato una forte coscienza civica, è di rispettare queste regole perchè il contagio cresce più sono frequenti i contatti tra e persone. Sappiamo che le forze dell'ordine sono al lavoro per far rispettare queste regole: lo facciamo non perchè c'è una situazione grave oggi, ma perchè potrebbe è meglio che non ci sia domani".

Sulle norme attive in questo periodo di emergenza ci sono anche alcune novità: è stato chiarito che la bicicletta è assimilata all'auto, quindi è vietato l'utilizzo sportivo, "per non ripetere sulle ciclabili quanto si è visto sulle piste da sci", è stato detto. C'è poi la volontà di limitare i trasporti pubblici, in particolare dopo le 18, che da ieri sono gratis. Inoltre è stato istituito un servizio, con annesso un numero verde, per la consegna di pasti a persone ultrasessantenni da parte dei NuVoLa, Nuclei Volontari Alpini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E' stato anche attivato un conto corrente dove è possibile donare denaro per favorire l'acquisto di attrezzatura tecnologica da parte dell'Azienda sanitaria provnciale. Nel frattempo, in meno di 48 ore, sono stati raccolti 100.000 euro sulla piattaforma Go Fund Me, grazie all'iniziativa di alcuni studenti dell'Università di Trento: "Vogliamo mostrare che non siamo solo ospiti, come spesso siamo definiti, ma partecipanti attivit della comunità trentina" ha detto il rappresentante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali: i risultati in tutti i Comuni

  • Elezioni comunali 2020: lo spoglio in diretta

  • Elezioni comunali, Rovereto verso il ballottaggio

  • Elezioni comunali Trento 2020, Exit Poll: Ianeselli oltre il 51%

  • Elezioni comunali a Riva del Garda

  • Referendum in Trentino: ecco i risultati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento