menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: due morti in Trentino, nuova "impennata" dei contagi

Purtroppo i dati odierni registrano due vittime, intensa l'attività di analisi di tamponi e test rapidi

Due nuove vittime del covid. E' una triste notizia quella che arriva con il bollettino coronavirus in Trentino aggiornato a sabato 10 ottobre. Due persone anziane, entrambe già ricoverate da giorni nel reparto covid di Rovereto, sono decedute. Il numero delle vittime da inizio pandemia sale a 473. I pazienti ricoverati oggi sono 26, distribuiti fra gli ospedali di Trento e Rovereto, 4 dei quali nella sezione “alta intensità”, ma nessuno si trova in terapia intensiva.

Cresce nuovamente il numero dei contagi: 50 nuovi casi ai quali vanno aggiunti (sebbene non calcolati ufficialmente) 21 soggetti risultati positivi dal test antigenico, il cosiddetto test rapido, riservato prioritariamente a minori in età scolare che presentano sintomi. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 2.329 ai quali si affiancano 247 test antigenici. 

L’Azienda sanitaria fa sapere che la maggior parte delle situazioni va ricondotta all’interno dell’ambito familiare: "non ci sono al momento notizie significative provenienti dalle indagine condotte sugli ambienti di lavoro mentre gli ultimi approfondimenti legati al contagio di 7 minori hanno consigliato di disporre la quarantena per 3 nuove classi", si legge in una nota. Il totale di classi scolastiche in isolamento sale a 35.

Aumenta anche il numero di persone con più di 70 anni trovate positive: ben 14 nelle ultime 24 ore, mentre i nuovi casi tra i minorenni sono 4, di età compresa tra i 6 ed i 15 anni. Apss sta svolgendo un monitoraggio accurato che riguarda il focolaio individuato nei giorni scorsi in una Rsa: qui sono emersi altri 9 casi (4 operatori e 5 ospiti), la maggior parte sono asintomatici (solo 1 operatore e 1 ospite presentano sintomi al momento). Il totale dei positivi sale pertanto a 45 (29 ospiti e 16 operatori).

Infine la situazione a Cembra, dove stamani il presidente Fugatti ha fatto un sopralluogo assieme al sindaco Ferrazza: qui è stato individuato 1 solo nuovo caso positivo per cui il totale ad oggi è di 70 persone contagiate, delle quali 13 con età superiore ai 70 anni. Da ieri nel Comune di Cembra-Lisignago sono entrate in vigore speciali norme anti-contagio, contenute in un'apposita ordinanza del presidente della Provincia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento