rotate-mobile
Covid

Due decessi per covid in Trentino nel bollettino del 14 aprile

Si tratta di due uomini di circa 90 anni, uno dei quali soffriva di altre patologie, entrambi vaccinati e deceduti in ospedale

Altri due decessi si aggiungono al computo delle vittime del covid in Trentino. Si tratta di due uomini di circa 90 anni, uno dei quali soffriva di altre patologie, entrambi vaccinati e deceduti in ospedale. A darne riscontro è il bollettino di giovedì 14 aprile dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari, che comunica inoltre 463 nuovi contagi. Di questi, 13 casi sono risultati positivi al molecolare (su 267 test effettuati) e 450 all’antigenico (su 3.661 test effettuati). I molecolari poi confermano 4 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.

Prosegue la tendenza al graduale miglioramento per la situazione negli ospedali, dove i pazienti attualmente ricoverati sono 45 (-9 rispetto a ieri), di cui 2 in rianimazione (-1). Nella giornata di ieri sono stati registrati 7 nuovi ricoveri a fronte di 14 dimissioni.

Rimani aggiornato

La situazione dei nuovi contagi per fasce d’età è la seguente:

  • 11 di 0-2 anni,
  • 5 di 3-5 anni,
  • 20 di 6-10 anni,
  • 11 di 11-13 anni,
  • 10 di 14-18 anni,
  • 110 di 19-39 anni,
  • 158 di 40-59 anni,
  • 65 di 60-69 anni,
  • 43 di 70-79 anni,
  • 30 di 80 o più anni.

Ieri non risultava nessuna classe con sospensione della didattica in presenza. I nuovi guariti sono 381 e portano il totale a 149.378. Le vaccinazioni infine questa mattina hanno segnato quota 1.209.697, cifra che comprende 427.595 seconde dosi e 331.864 terze dosi.

Quarta dose, dal 15 aprile prenotazioni tramite cup

Regole per Pasqua e Pasquetta

Terza Pasqua con il covid in Italia, questa però potrà essere vissuta con molta più libertà rispetto alle due precedenti. Non mancheranno però regole e misure, con la richiesta di esibire il Green pass e di indossare la mascherina. Nonostante la fine dello stato d'emergenza, lo scorso 31 marzo, non siamo ancora alla fine della pandemia. "L'utilizzo delle mascherine" per proteggersi e proteggere da Covid-19 "è e resta essenziale". E se a fine aprile scadrà l'obbligo di indossarle al chiuso, la decisione su un'eventuale proroga verrà presa "dopo Pasqua" in base all'andamento epidemiologico: ecco dove probabilmente non servirà più. Nel tempo libero di fatto non è obbligatorio più il Green Pass praticamente per nulla. Dal 1° aprile infatti l'ingresso nei negozi, nei centri commerciali e nei musei è libero. In quanto luoghi al chiuso, bisogna però indossare ancora la mascherina (basta quella chirurgica). Ma procediamo con ordine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due decessi per covid in Trentino nel bollettino del 14 aprile

TrentoToday è in caricamento