In Trentino 719 contagi e 8 decessi, sta meglio il minore ricoverato. Fugatti: "Rispettare le regole o misure ancora più rigide"

Il presidente della Provincia si è detto molto arrabbiato con chi non sta rispettando il decreto del governo mettendo in pericolo tutta la comunità

Repertorio

In Trentino il 18 marzo sono 719 i casi di contagio da coronavirus, Covid-19, 128 in più rispetto al giorno prima; i decessi salgono a 8, nelle ultime 24 ore è deceduto un signore di 93 anni che risiedeva a Bleggio superiore; mentre i guariti sono 12. Ad annunciarlo l'assessore provinciale alla salute Stefania Segnana durante la quotidiana conferenza di aggiornamento sull'emergenza sanitaria. "La crescita - ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti - è quella che avevamo previsto".

Rispetto alle restrizioni il governatore ha affermato: "I trentini stanno rispondendo bene, c'è un forte spirito civico. Però ci dobbiamo arrabbiare tanto, tanto, tanto con chi non rispetta le regole, perché la loro irresponsabilità rischia di ricadere su tutti". Insieme ai numeri la Pat ha annunciato anche una buona notizia: il minore che era in gravi condizioni per il virus, oggi è migliorato. Positiva anche la situazione dello staff dell'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari: dopo che una collaboratrice del presidente Paolo Bordon era risultata positiva al tampone, i test effettuati sugli altri dipendenti e sullo stesso Bordon sono stati negativi e al momento nessuno presenta sintomi. Alcuni nuovi focolai dell'infezione, invece, sono stati registrati in alcune Rsa, tra cui quella di Dro, dove si contano 38 casi.

"Mi sono arrivate foto di tutti i tipi - ha continuato Fugatti - madri con i figli che giocano al parco, come se fossero immuni, gente che fa sport o va quattro volte al giorno in negozio. Rimanete a casa, fatelo per i nostri medici. Altrimenti se le regole non vengono rispettare dovremo chiudere i parchi e dire basta anche allo sport all'aria aperta, prima che la situazione diventi drammatica come a Bergamo, dove le famiglie non possono nemmeno dire addio ai propri cari deceduti".

Il presidente ha poi annunciato anche che due pazienti verranno trasferiti in Trentino dalla Lombardia, dove scarseggiano i posti in terapia intensiva. Dei 719 casi di contagio in Trentino, 413 si trovano a domicilio, 11 in Rsa, 139 nel reparto di infettivologia, 14 nel reparto ad alta intensità e 22 in terapia intensiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • M49 e JJ4: online la mappa per sapere dove sono

  • Lavoratori dalla Romania, la Giunta scrive a Roma: ipotesi "quarantena attiva"

  • 'Carne coltivata', è trentina l'unica azienda a occuparsene in Italia

  • Cristiana Capotondi a Trento: sarà Chiara Lubich

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Merano usano... il freddo!

  • Lascia le sue cose al rifugio e scompare, lo cercano tutta la notte: era al bivacco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento