Tragedia sulla Presanella: perdono la vita marito e moglie

Sono marito e moglie, entrambi milanesi, le vittime del terribile incidente alpinistico avvenuto questa mattina sulla cima Vermiglio. Beatrice Corona e Massimo Albini, appassionati alpinisti

Legati nella vita, ed in cordata: sono marito e moglie le due vittime del drammatico incidente alpinistico verificatosi questa mattina sulla Presanella, la cima più alta del gruppo dell'Adamello, in Trentino. Massimo Albini e Beatrice Corona, entrambi 53enni, residenti a Milano, stavano scalando la parete nord della Cima Vermiglio. Uno dei due ha deve aver messo il piede in fallo ed entrambi sono precipitati per più di 300 metri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un volo fatale: agli uomini  del Soccorso Alpino intervenuti sul posto con l'elicottero del 118, non è rimasto altro da fare che recuperare le salme. A causa della mancanza di campo l'allarme non è scattato subito: altri alpinisti hanno tentato di chiamare i soccorsi ma sono dovuti salire ancora più in alto per poter raggiungere un luogo coperto dalla rete di telefonia cellulare.La coppia di alpinisti lascia due figlie di 20 e 25 anni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Aquila uccisa nel suo nido, muoiono anche i piccoli: chiesta un'indagine

Torna su
TrentoToday è in caricamento