Aggressione a coppia gay: un furgone li segue, poi gli insulti e le minacce

L'episodio, riportato da Arcigay del Trentino, sarebbe avvenuto domenica sera: i due sarebbero stati affiancati da un furgone, poi minacciati faccia a faccia

Affiancati da un furgone, di notte, poi inseguiti ed insultati. Unica "colpa": essere omosessuali. E' quanto denuncia Arcigay del Trentino riferendo la testimonianza di una coppia che è stata minacciata ed insultata a Mezzolombardo.

I due stavano passeggiando tranquillamente quando sono stati affiancati da un furgone. Il mezzo, dopo averli seguiti a bassa velocità per un po' si è fermano: sono scese alcune persone che hanno rivolto ai due frasi ingiuriose, oltre chechiaramente omofobe.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fatto sarebbe avvenuto domenica 29 settembre, nel "tollerante" Trentino, come scrive Arcigay. La colpa, scrivono i rappresentanti dell'associazione LGBT, non è tanto del "popolo" ma delle istituzioni: "L'episodio è sintomatico anche del disinteresse delle istituzioni locali, che per prime non sembrano interessate al benessere della comunità LGBT+, restando in silenzio ed evitando il dialogo e il confronto. Come può la Provincia pensare di prevenire discriminazioni ed episodi di questo tipo, se  per prima decide cancellare i fondi destinati all'educazione di genere e al contrasto dell’omofobia nelle scuole, prendendo anzi decisioni che vanno nella, pericolosa direzione opposta? Come si può pensare di sconfiggere i "mostri" che l'ignoranza genera, se non si fa nulla per rendere più inclusivo il nostro tessuto sociale e culturale?".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cristiana Capotondi a Trento: sarà Chiara Lubich

  • Crisi braccianti: nuova chiamata per i residenti in Trentino

  • Pasubio, 45 pecore morte in un dirupo. La Provincia conferma: "Stavano scappando dai lupi"

  • Lascia le sue cose al rifugio e scompare, lo cercano tutta la notte: era al bivacco

  • Acqua cristallina grazie alle piante "filtro": ecco il nuovo biolago di Pinzolo

  • Primario si assegna 2224 turni di reperibilità: condannato a restituire 75mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento