Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Centro storico / Via Andrea Pozzo

Trasporti pubblici, i controllori denunciano: "Non ci danno nemmeno la pinza ed il borsello"

Ennesima denuncia da parte dei lavoratori di Trentino Trasporti, questa volta sono i controllori a lamentare una mancanza di attenzione sintomatica: l'azienda, secondo quanto riporta la Uiltrasporti, non fornisce nemmeno gli strumenti di lavoro

Sugli autobus di Trento e Rovereto i controllori sono costretti ad usare la stessa pinza e lo stesso borsello. L'ennesima denuncia sullo stato di "abbandono" del personale di Trentino Trasporti viene dalla Uil. La cosa farebbe anche sorridere, se non fosse sintomatica di un disagio più volte manifestato dai lavoratori del servizio di trasporti pubblici, specialmente in tema di controlli e sicurezza.

Un investimento da poche centinaia di euro, una questione di buon senso: ad ogni controllore una pinza, ed un borsello personale. "Gli autisti con una certa anzianità di servizio che svolgono mansioni di verifica, spesso alternando la guida ai controlli, hanno comunque fatto giuramento come pubblico ufficiale e come tali vanno rispettati" conclude la Uil, che da mesi segnala la carenza degli strumenti di lavoro dei controllori, una carenza che rende lenti e quindi anche poco eficaci i controlli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti pubblici, i controllori denunciano: "Non ci danno nemmeno la pinza ed il borsello"
TrentoToday è in caricamento