menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti nei cestini dei parchi e sulle strade: proseguono i controlli della municipale

Ventidue sanzioni in un mese con i controlli svolti in tutta la città: non è facile risalire ai responsabili, ma la Polizia municipale può aprire i sacchetti e cercare le "prove"

Proseguono i controlli della Polizia municipale e di Dolomiti Ambiente per contrastare le violazioni in materia di rifiuti. In particolare nel mese di settembre sono state elevate dieci sanzioni (tra i 27 ed i 12 euro) per violazioni all'articolo 5 e otto sanzioni (da 54 a 324 euro) relative all'articolo 10 del regolamento integrato per la raccolta dei rifiuti urbani che prescrivono rispettivamente il divieto del conferimento nei cestini stradali o in prossimità di essi di rifiuti urbani o  ingombranti e l'utilizzo di contenitori e sacchi, o di punti di esposizione diversi da quelli assegnati. A queste vanno ad aggiungersi 4 sanzioni "condominiali", relative a tutti i residenti di altrettanti condomini. 

L'attività di controllo si è svolta su tutto il territorio cittadino: via Vittorio Veneto, via Paludi, via del Simonino, piazza Battisti, via Caproni, via Taramelli, via Pascoli, via Perini, via Volta, via Gramsci, via delle Robinie, corso Buonarroti, via Lavisotto e vai Carneri. Due i punti di controllo sulle strade, ad Acquaviva ed in via Alto Adige, dove sono stati controllati complessivamente 35 camion per verificare il corretto smaltimento dei rifiuti industriali o dell'edilizi. In un caso è stato contestato il trasporto di rifiuti pericolosi senza formulario (sanzione da 3.100 euro) mentre altre sette sanzioni sono state elevate relativamente alla non conformità dei mezzi di trasporto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Lotteria degli scontrini, manca poco alla terza estrazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento