Spaccia anche con l'emergenza: fermato alla Portèla, doppia denuncia

Spacciatore fermato dalla Polizia Locale e denunciato, due volte

Non sono pochi gli spacciatori, ed i consumatori, a finire nella rete delle forze dell'ordine che in questi giorni vigilano sul rispetto del decreto "Io resto a casa". Nel quartiere della Portèla, purtroppo noto alle cronahe per episodi di microcriminalità, un cittadino nigeriano di 38 anni è stato con una dose di eroina e 500 euro in tasca. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli agenti della Polizia Locale hanno deciso di approfondire la situazione e, perquisita la casa del fermato, hanno ritrovato altri 3.000 euro in contanti ed un altro piccolo quantitativo di eroina. Le denunce, quindi, sono due: una per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e l'altra per inottemperanza alle norme del decreto Conte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Coronavirus: altri 7 decessi in Trentino. Nuova restrizione: "Non si esce dal Comune in cui ci si trova"

Torna su
TrentoToday è in caricamento