menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sbarrieramento in edifici privati: riaperti (finalmente) i termini per il contributo

Confermato lo stanziamento da un milione e mezzo dopo la sospensione dei termini a fine anno. Ci sarà però solo un mese di tempo per presentare le domande di contributo

E' stata approvata oggi dalla Giunta provinciale la delibera proposta dall'assessore Luca Zeni che riapre i termini per  le domande di contributo allo sbarrieramento architettonico in edifici privati. I  termini, com' noto, erano stati sospesi a fine 2015 acausa di un forte aumento delle domande. "Un aumento influenzato da diversi fattori, fra cui l’allungamento delle prospettive di vita di anziani e disabili e l’incremento dei portatori di minorazioni che frequentano cicli di studio e lavorano, a fronte di uno stanziamento che per il 2015 ammontava a 1,5 milioni di euro" spiega l'assessore.

Lo stanziamento è stato dunque confermato anche per il 2016 e finalmente i termini sono stati riaperti: ci sarà però solo un mese di tempo per fare domanda, dal 1° aprile al 31 maggio. I contributi riguardano la rimozione delle barriere negli edifici privati e l'adeguamento dei veicoli a motore, rimangono inoltre confermati i requisiti di invalidità e gli indicatori Icef in vigore per gli anni scorsi: fino a 0,7  per i veicoli e fino a 0,9 per le barriere architettoniche. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento