rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Covid, si inverte la curva dei contagi e aumentano i ricoveri (svanito l'effetto Green pass)

In Trentino la Fondazione Gimbe rileva "una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti"

Evolve ancora la pandemia di covid in Italia. Stando ai dati forniti dalla Fondazione Gimbe, il monitoraggio indipendente rileva nella settimana 20-26 ottobre 2021, rispetto alla precedente, un aumento del 43,2% dei nuovi casi (25.585 vs 17.870) e una diminuzione dei decessi (249 vs 271). In lieve aumento i casi attualmente positivi (75.046 vs 74.546), le persone in isolamento domiciliare (72.101 vs 71.768) e i ricoveri con sintomi (2.604 vs 2.423), mentre calano le terapie intensive (341 vs 355).

Nella Provincia autonoma di Trento:

  • nella settimana 20-26 ottobre si registra una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti (71) e si evidenzia un aumento dei nuovi casi (54,9%) rispetto alla settimana precedente. Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica (2%) e in terapia intensiva (2%) occupati da pazienti COVID-19;
  • la popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari 73% (media Italia 75,1%) a cui aggiungere un ulteriore 5,2% (media Italia 3,4%) solo con prima dose;
  • il tasso di copertura vaccinale terze dosi è pari a: 28,4% (media Italia 30,8%);
  • il tasso di copertura vaccinale con dose booster è del 31,7% (media Italia 32,3%);
  • il tasso di copertura vaccinale con dose aggiuntiva è del 15,2% (media Italia 25,6%).

"A livello nazionale - dichiara Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione Gimbe - dopo 7 settimane si registra un’inversione di tendenza dei nuovi casi settimanali che nell’ultima settimana aumentano del 43,2%, con una media mobile a 7 giorni che passa da 2.553 del 19 ottobre a 3.655 il 26 ottobre". La crescita dei casi, che potrebbe essere in parte influenzata dall’aumento del 21,1% dei tamponi totali rispetto alla settimana precedente (2.604.550 vs 2.151.081), sicuramente consegue ad un aumento della circolazione virale per due ragioni: innanzitutto, per l’inversione di tendenza sui ricoveri in area medica, in secondo luogo perché a fronte di un rapporto positivi/tamponi antigenici in lieve calo, per l’enorme aumento del denominatore, si registra un incremento del rapporto positivi/tamponi molecolari (dal 2,4% del 19 ottobre al 3,5% del 26 ottobre). "Con l'inverno alle porte - spiega Cartabellotta - il repentino aumento dei nuovi casi e dei ricoveri e il progressivo calo dell'efficacia dei vaccini sull'infezione impongono sia di accelerare la somministrazione della terza dose a tutte le categorie individuate dalla circolare ministeriale, sia di convincere oltre 2,7 milioni di over 50 non ancora vaccinati, ad elevato rischio di ospedalizzazione e decesso".

Continua a leggere qui

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, si inverte la curva dei contagi e aumentano i ricoveri (svanito l'effetto Green pass)

TrentoToday è in caricamento