menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Welcome Lavis sotto indagine della Procura e della Corte dei Conti

L'ipotesi della Corte dei Conti è che vi sia stato un danno erariale per contributi pubblici che sarebbero stati percepiti indebitamente. La Procura procede invece per truffa aggravata

La Procura della Corte dei conti e la Procura della Repubblica di Trento stanno svolgendo delle verifiche sul Consorzio di commercianti 'Welcome Lavis'. L'ipotesi della Procura contabile è che vi sia stato un danno erariale per contributi pubblici che sarebbero stati percepiti indebitamente, richiesti per l'organizzazione di manifestazioni "finalizzate alla valorizzazione di luoghi storici del commercio". La Procura procede invece per truffa aggravata. Il caso, citato nella relazione annuale del procuratore regionale della Corte dei conti, Marcovalerio Pozzato, riguarda presunti abusi e falsificazioni nella presentazione di documentazione per ottenere i contributi provinciali.

Gli accertamenti, che hanno portato ad un atto di citazione nei confronti del presidente del Consorzio, Fabrizio Sicher, e del pubblicitario Michele Bragagna, hanno imboccato un doppio binario, sul versante amministrativo contabile, e su quello penale. La Guardia di Finanza ha infatti svolto accertamenti in ordine ai contributi erogati dalla Provincia Autonoma di Trento in favore del Consorzio Welcome Lavis, ai sensi della legge provinciale sul commercio. Dalle indagini svolte è appunto emersa anche una fattispecie di responsabilità amministrativo-contabile inerente all'indebito conseguimento di contributi erogati dalla Provincia Autonoma di Trento in favore del Consorzio per la realizzazione, a partire dall'anno 2011, di manifestazioni finalizzate alla valorizzazione dei luoghi storici del commercio del Comune di Lavis.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento