menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marmolada trentina? Mai! Il Comune di Belluno sulle barricate

Il confine combattuto da decenni, in senso pacifico, potrebbe essere spostato a favore del Trentino. Belluno non ci sta e scrive al Governo

Marmolada trentina? Nemmeno per sogno. Il Comune di Belluno alza la voce dopo la decisione, arrivata da Roma, di spostare il confine a favore del Comune trentino di Canazei.

La Marmolada è trentina: sentenza storica

"La decisione ci ha spiazzati e vogliamo fare sentire la nostra voce - spiega la Vicesindaco, Lucia Olivotto - lanciamo un appello forte alla Regione Veneto, in vista del prossimo consiglio regionale convocato proprio in Marmolada. Chiediamo che si rilanci un percorso condiviso di revisione del tracciato; che la Provincia di Trento e, per quanto possibile, la Regione Veneto evitino scelte che possano mettere a rischio la tutela dell'Unesco; che venga data attuazione al Protocollo di intesa tra Veneto e Trento del 2002». L'intesa, firmata dagli allora governatori Dellai e Galan, è stata recentemente annullata dall'Agenzia per il Territorio di Roma. 

La Giunta comunale bellunese ha redatto un documento che sarà recapitato al Presidente della Regione, ai consiglieri
regionali, a tutti i comuni bellunesi, alla Provincia di Belluno e a quella di Trento, al Comune di Canazei, alla Fondazione Dolomiti Unesco, alla Presidenza della Repubblica e alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Lotteria degli scontrini, manca poco alla terza estrazione

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento