Cronaca Oltrefersina / Via Apollonio Annibale

Emergenza sanità: numeri minimi raggiunti per nuove assunzioni, ma mancano pediatri

Le candidature pervenute dopo il concorso bandito il 30 novembre scorso sono appena sufficienti per dare il via alle selezioni di anestesisti, ginecologi ed ostetrici, non così per la sezione di Pediatria, per la quale si valuterà se riaprire i termini

Sono sessanta le candidature pervenute alla Provincia per la copertura di circa 70 posti vacanti negli ospedali periferici dopo l'introduzione dei turni di riposo secondo la normativa nazionale. A pochi giorni dalla chiusura dei termini dei quattro concorsi, per una spesa totale di 9 milioni di euro, indetti dopo l'emergenzenza scattata a novembre l'assessore Luca Zeni tira le somme: solamente i concorsi per le categorie "Anestesia e rianimazione" e "Ginecologia e ostetricia" hanno superato il numero minimo di candidature. Per queste categorie si potrà quindi dare il  via alle assunzioni, non così per Pediatria e Neonatologia. Per queste categorie la Giunta valuterà se riaprire i termini dello stesso concorso o bandirne  uno nuovo. Ecco i dati forniti oggi dalla Provincia riguardo alle domande finora pervenute:

Pediatria/neonatologia: hanno presentato domanda 7 candidati; due hanno presentato domanda su tutte quattro le sedi, un candidato ha presentato domanda su tre sedi (Arco, Cles, Cavalese) e quattro candidati su una sola sede (2 Arco, 2 Cavalese).

Anestesia e rianimazione: hanno presentato domanda 19 candidati; nove hanno presentato domanda per tutte quattro le sedi, un candidato ha presentato domanda per tre sedi (Arco, Cles, Cavalese), due candidati hanno presentato domanda su due sedi (1 Arco/Cavalese e 1 Cavalese/Tione) e sette candidati su una sola sede (3 Arco, 2 Cles, 1 Cavalese, 1 Tione).

Ginecologia e ostetricia: hanno presentato domanda 34 candidati; undici hanno presentato domanda su tutte quattro le sedi, due su tre sedi (Arco, Cles, Cavalese), sette su due sedi (3 Arco/Cles, 2 Cles/Cavalese, 1 Arco/Cavalese, 1 Arco/Tione) e quattordici su una sola sede (7 Arco, 4 Cles, 3 Cavalese).

I dati -  conclude  la  nota - sono pressoché definitivi anche se qualche domanda di partecipazione potrebbe ancora arrivare nei primi giorni della prossima settimana dal momento che la domanda può essere trasmessa anche per posta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sanità: numeri minimi raggiunti per nuove assunzioni, ma mancano pediatri

TrentoToday è in caricamento