rotate-mobile
Cronaca

Concorso personale Ata: Anief annuncia ricorso a Corte europea

Anief denuncia l’aggiramento della sentenza della Corte europea del novembre 2014 e avvia un contenzioso al giudice del lavoro per stabilizzare e risarcire chi ha svolto, negli ultimi anni, più di 36 mesi di servizio, senza ragioni sostitutive

Anief denuncia l’aggiramento della sentenza della Corte europea del novembre 2014 e avvia, con l’avvocato Offer, il contenzioso al giudice del lavoro per stabilizzare e risarcire chi ha svolto, negli ultimi anni, più di 36 mesi di servizio, senza ragioni sostitutive. Con la Delibera n. 767 del 12/05/15 è stato modificato il Regolamento per l’accesso all’impiego del personale ATA. La Giunta provinciale di Trento ha così deciso di bandire un concorso straordinario per l’immissione in ruolo di collaboratori scolastici, personale ata e non docente, dopo il blocco vigente dal 2006.

"In questi anni, sono centinaia i colleghi che hanno tenuto aperte le scuole e che ora rivendicano il diritto ad essere assunti indipendentemente dai requisiti che saranno scelti per la partecipazione al concorso come ormai diversi giudici nazionali di Napoli, Siena, Crotone, Trani hanno già stabilito disponendo cospicui risarcimenti danni e contratti di lavoro più favorevoli - è il commento di Anief in una nota -. Ignorando ancora una volta le indicazioni giunte dalla Corte di Giustizia Europea, gli stessi sindacati rappresentativi che per anni hanno avallato scelte andate a discapito di questa categoria professionale, saranno chiamati a firmare l’accordo per stabilire i requisiti di accesso e i contingenti di questo nuovo concorso, senza denunciare la necessità di una piena stabilizzazione sugli organici vacanti esistenti".

Anief intende esprimere il suo "dissenso rispetto a questa scelta e propone, per chi ha svolto 36 mesi di servizio su posto vacante, il ricorso volto alla trasformazione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato. Si ricorda che anche i contratti prestati al 30 giugno, possono essere considerati su posto vacante in base all’attestazione di assenza di ragioni sostitutive da parte del Dirigente scolastico su specifica istanza elaborata dal nostro legale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concorso personale Ata: Anief annuncia ricorso a Corte europea

TrentoToday è in caricamento