Erano in comunità per scontare parte della pena: tornano in carcere

Provvedimenti di custodia cautelare per due soggetti che stavano passando un periodo di misure di detenzione alternative al carcere presso due comunità di accoglienza. La loro condotta è stata ritenuta in entrambi i casi incompatibile con il regime di detenzione domiciliare

Sono stati eseguiti dai carabinieri di Lasino e Vezzano due provvedimenti cautelari emessi dall'Ufficio Sorveglianza di Trento. I destinatari sono due soggetti che stavano scontando residui di pena, in un caso per reati contro il patrimonio e nell'altro per reati legati agli stupefacenti, in comunità di accoglienza, un 26enne trentino e un 47enne napoletano. In entrambi i casi la loro condotta all'interno della comunità è risultata, secondo l'Ufficio di Sorveglianza, incompatibile con il regime domiciliare, in un caso anche con episodi aggressivi e violenti nei confronti degli operatori e degli ospiti della comunità.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • Campiglio, drammatico incidente sugli sci: gravissima una ragazza di 25 anni

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Malore collettivo per altri due gruppi di studenti nell'hotel di Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento