Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca piazza dante

Parco dello Stelvio: Ddl per la governance, ci saranno anche le associazioni ambientaliste

Il Piano del parco sostituirà i Prg dei comuni. Nel comitato ci sarà anche un rappresentante delle associazioni protezionistiche, ma non è chiaro come sarà nominato

Ci sarà anche un rappresentante delle associazioni naturalistiche nel nuovo organismo che guiderà il Parco dello Stelvio dopo il passaggio delle competenze dallo Stato alla Provincia autonoma di Trento. E' quanto prevede un disegno di legge presentato oggi dall'assessore Gilmozzi ed approvato dalla Giunta. Tra i dieci membri della nuova governance uno sarà "designato a maggioranza dalle associazioni protezionistiche che costituiscono articolazioni provinciali di associazioni nazionali".

Con quale criterio? Non è specificato se a loro volta le associazioni debbano riunirsi in un altro enteo per eleggere il loro rappresentante, nè quali associazioni saranno ammesse al tavolo. Mountain Wilderness? WWF? FAI? Italia Nostra? E che dire della SAT che è sì affiliata al nazionale CAI ma con particolari specificità ed inoltre non ha tra le principali finalità la protezione dell'ambiente.

Le uniche certezze sono per gli altri nove membri: uno nominato dalla pprovincia, due dal comune di Pejo, due dal comune di Rabbi ed uno dal comune di Pellizzano, uno nominato dagli altri comuni che ricadono nel parco, uno dalla Comunità di Valle, a sua volta espressione dei comuni, uno in rapppresentanza delle Asuc. Il comitato redigerà il Piano del parco che sostituirà il Prg in tutti i comuni interessati, ad esclusione dei centri abitati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco dello Stelvio: Ddl per la governance, ci saranno anche le associazioni ambientaliste

TrentoToday è in caricamento