menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Comitato per l'acqua pubblica si presenta in consiglio comunale

Secondo i manifestanti il servizio idrico provinciale dovrebbe essere gestito attraverso un'azienda speciale di diritto pubblico - visti anche i risultati del referendum di giugno - e non attraverso Dolomiti energia

Intorno alle 18.30 di ieri gli attivisti del "Comitato acqua bene comune" hanno interrotto brevemente il consiglio comunale per portare attenzione all’ordine del giorno presentato dai consiglieri Porta  (Rifondazione) e Coppola (Verdi) riguardo il riassetto del servizio idrico provinciale.

Secondo i manifestanti e i consiglieri promotori dell’ordine del giorno, il servizio idrico provinciale dovrebbe essere gestito attraverso un’azienda speciale di diritto pubblico - visti anche  i risultati del referendum di giugno – e non attraverso Dolomiti energia, Spa a capitale pubblico voluta dalla Provincia.
 
Gli attivisti hanno inoltre sottolineato come dietro l’operazione per riacquisire l’acquedotto della città di Trento ci sarebbe una "vera e propria speculazione da parte di Dolomiti Energia,  la quale ricaverebbe circa 42 milioni di euro al danno della collettività", cifra che – sempre secondo quanto detto dai manifestanti -sarebbe circa il doppio di quanto guadagnerebbe il comune di Trento con la tassa sull’Imu.  Apprendiamo dal comunicato che "l’ acquedotto della città deve ritornare alla sua comunità con un prezzo simbolico" e non 42 milioni di euro, per l’appunto.
 
Dopo la breve incursione il comitato è stato ricevuto dai consiglieri capigruppo: Scalfi del PD,  Zanlucchi dell’ Udc, Giugni del gruppo indipendente, Armellini della Patt, Maestranzi dei Leali,  Micheli dell’ Upt . Presenti anche Porta e Coppola.
 
Durate l’ incontro i consiglieri si sono detti disponibili a confrontarsi sull’argomento, analizzando prima tutti gli aspetti del caso al fine di trovare una soluzione. Inoltre i manifestanti sono riusciti ad ottenere un incontro con il sindaco per oggi alle 17 al fine di discutere la questione.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento