menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cody, durante il viaggio di ritorno

Cody, durante il viaggio di ritorno

"Cane alpinista" disperso a 3.000 metri e ritrovato dopo una notte di bufera

Disperso durante un'escursione sul Mulaz, tra Veneto e Trentino, ritrovato il giorno dopo. "E' un cane particolare: non riporta i bastoni ma è un vero alpinista come noi"

"E' un cane alpinista". Continua a ripeterlo Antonella Da Ronch, proprietarie insieme al compagno Eric, di Cody. "Lo abbiamo preso 7 anni fa al canile, aveva già due anni. E' un cane particolare: non siamo mai riusciti a fargli riportare indietro un bastone, ma ci ha sempre seguiti nelle nostre escursioni e forse grazie a queste doti è riuscito a sopravvivere".

Questa volta il titolo di alpinisa Cody lo ha meritato "sul campo". Il Mulaz, la cima delle Pale di San Martino dove sabato Antonella ed Eric sono saliti con il loro cane per una delle loro escursioni. Ad un certo punto Cody si stacca dal gruppo e sparisce. "Pensavamo fosse avanti, spesso ci precede". Questa volta però non è andata così.

"Lo abbiamo cercato per ore, Eric ha provato una salita laterale ma senza sci e piccozze era impossibile". Il giorno dopo i due tornano a cercare Cody e non sono soli: la solidarietà alpinistica si mette in moto. "Eric è salito con Francesco, un amico del Soccorso Alpino di Belluno, che ha messo a disposizione l'attrezzatura necessaria, mentre io ed un'amica abbiamo fatto il giro delle malghe e dei rifugi chiedendo informazioni. Il Mulaz lo conosciamo bene, ma quel giorno risultava particolarmente impegnativo salire, durante la notte era scesa la neve e quindi era dificile seguire eventuali impronte".

Mentre Eric e Francesco salgono nuovamente al Mulaz incontrano tre scialpinisti trentini. Sono poco più avanti, sulla via "direttissima" quando all'improvviso agitano le braccia per richiamare l'attenzione dei due: hanno trovato Cody. Sembra quasi incredibile: un cagnolino bianco in mezzo al bianco, un animale di appena dieci chili che resiste ad una notte di vento gelido, a 3000 metri di quota. Si può solo immaginare la gioia di Eric nel vedere il picolo Cody corrergli incontro. Per il viaggio di ritorno, come si vede nella foto, si è meritato un comodo passaggio nello zaino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento