Apot e Fem: "Clorpirifos al bando entro il 2017, sì al diserbo meccanico"

Ambizioso obiettivo annunciato dall'associazione di frutticoltori e dalla Fondazione Mach in occasione del rinnovo della convenzione da 400mila euro

Clorpirifos al bando nel 2017: il protocollo siglato nei giorni scorsi dalla Fondazione Edmund Mach e dall'associazione dei frutticoltori Apot prevede l'eliminazione del famigerato pesticida e l'introduzione di tecniche di diserbo meccanico. Nell'ambito della convenzione quadriennale 2013-2017 Apot ha messo a disposizione della fondazione di ricerca ben 453mila euro per progetti mirati a favorire una frutticoltura più sostenibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si va dalla sicurezza e salute sui luoghi di lavoro alla gestione sostenibile dei reflui provenienti dal lavaggio degli atomizzatori, dal frutteto a parete con coperture atte a proteggere la frutta dalla grandine ma anche a contenere la bagnatura e, di conseguenza, in grado di ridurre considerevolmente la necessità di interventi con fitosanitari. Tra le molteplici attività di sperimentazione si inserisce inoltre una linea di ricerca sul possibile livello di interferenza delle attività di coltivazione con le api.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Aquila uccisa nel suo nido, muoiono anche i piccoli: chiesta un'indagine

Torna su
TrentoToday è in caricamento