Il fatto / Ala

Beccato nell'albergo (chiuso) si scaglia contro la titolare

Sul posto sono arrivati i carabinieri allarmati dalla donna. L'uomo, un senza fissa dimora, è stato portato in carcere

È stato arrestato per tentata rapina, violazione di domicilio, lesioni personali, furto e danneggiamento il senza fissa dimora per cui sono intervenuti i carabinieri dopo la chiamata accorata da parte della titolare di un albergo di Ala.

La donna, trovata dai militari in stato di agitazione e con evidenti segni di aggressione, ha raccontato di essere entrata pochi minuti prima nella struttura ricettiva e di avervi trovato all’interno un uomo. Siccome al momento l’albergo è chiuso, l’uomo in questione non aveva alcun diritto né motivo di trovarsi lì.

Colto sul fatto,  l'ha aggredita per rubarle la borsa e alcuni gioielli che aveva addosso. Fortunatamente la titolare è riuscita a divincolarsi, a scappare e a chiamare i soccorsi. I carabinieri hanno scoperto che l’uomo aveva le chiavi della struttura e alcuni accertamenti hanno permesso di appurare che lo stesso si era introdotto all’interno dello stabile danneggiando la porta di accesso del locale lavanderia.

La titolare è stata portata in ospedale a Rovereto dove, a parte qualche giorno di prognosi, se l’è cavata solo con un grande spavento. Per il senza fissa dimora si sono invece aperte le porte del carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccato nell'albergo (chiuso) si scaglia contro la titolare
TrentoToday è in caricamento