menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I tribunali rimangono aperti: la scelta tra Borgo, Tione e Cavalese. Ma c'è anche Cles

Il senatore Panizza sollecita il Consiglio Giudiziario sulla scelta delle due sedi distaccate del Tribunale da tenere aperte in via sperimentale per due anni, come concordato col Ministero. Alla regione i costi gestionali ed amministrativi

Il Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri ha concesso nei giorni scorsi, in via del tutto sperimentale, il mantenimento delle sedi periferiche dei tribunali di Trento e Bolzano. In base al decreto legislativo 105 del 2012 quattro sezioni distaccate avrebbero dovuto chiudere ma in virtù di un accordo tra lo Stato e la Regione, che prevede la copertura delle spese di gestione e del personale amministrativo da parte di quest'ultima, potranno rimanere aperte ancora per due anni, due sedi per la provincia di Bolzano e due per quella di Trento.


In quest'ultimo caso la scelta cadrebbe su due delle tre sedi distaccate di Borgo valsugana, Cavalese e Tione. Della questione si è occupato il senatore Panizza che ha inoltrato una lettera di sollecito al Presidente del Consiglio Giudiziario di Trento affinchè segnali al Ministero quali presidi debbano usufruire di questa condizione sperimentale, e quali no. Ma il senatore va oltre, con una nota in favore di un'altra sede distaccata, quella di Cles, già destinataria del finanziamento statale per gli immobili destinati a servizio giudiziario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento