Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Cles

Minacce alla moglie con un martello e un coltello, in manette 59enne a Cles

L'uomo era già stato condannato lo scorso anno, ma poi era stato riaccolto in casa

Un uomo di 59 anni originario del Marocco ma residente a Cles è stato arrestato dai carabinieri, che hanno così posto fine a una lunga serie di violenze domestiche.

Secondo quanto riferito dall'arma infatti, l'uomo ha più volte minacciato la moglie negli ultimi mesi. Già lo scorso anno il 59enne era stato condannato a 1 anno e 8 mesi di reclusione per analoghe condotte, culminate in una vera e propria aggressione alla moglie, accompagnata da gravi minacce.

All’epoca l'uomo era stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri, ma poi era stato nuovamente accolto in casa. Dopo una iniziale convivenza pacifica, ha ripreso a abusare di alcolici e quindi a vessare la moglie con minacce e insulti, arrivando addirittura a danneggiarle l’autovettura.

Il mese scorso, dopo diverse denunce, l’Autorità Giudiziaria ha disposto nei suoi confronti il divieto di dimora nella casa familiare. Divieto violato in più occasioni dal 59enne, che è giunto addirittura a appostarsi nel garage dell’abitazione, per attendere che la consorte rincasasse e costringerla, impugnando un martello, a riaccoglierlo in casa, dove l'ha anche minacciata di morte con un coltello.

Determinante, in quest’ultimo caso, è stato l’intervento del figlio della coppia, che ha lanciato l’allarme provocando l’intervento dei militari e scongiurando così il peggio. Questa volta, per il 59enne è scattato il carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce alla moglie con un martello e un coltello, in manette 59enne a Cles

TrentoToday è in caricamento