Mezzocorona, sparano ad un cane per gioco con proiettili di plastica

Il proiettile di plastica, di quelli usati nei poligoni di tiro, è arrivato fino all'osso. I veterinari: "Avrebbero potuto ucciderlo"

foto postata su facebook da Clinica Veterinaria Zoolife

Un episodio di crudeltà gratuita quello avvenuto nel pomeriggio di mercoledì a Mezzocorona: ignoti hanno sparato ad un cane con dei proiettili di gomma, di quelli solitamente usati nei poligoni di tiro. Il colpo, hche ha lasciato una ferita grande come una moneta da un euro (vedi foto) avrebbe potuto comunque uccidere l'animale, come raccontano su facebook i veterinari della clinica Zoolife dove Cico, il cane meticcio vittima del vile gesto, è stato curato.

Il proiettile ha lesionato gravemente la muscolatura della spalla ed è fortunatamente "rimbalzato" sull'osso della scapola. Per soli pochi centimetri non ha trovato la via del cuore. L'animale sta bene, ma avrà bisogno di circa un mese di cure. Sconvolto il padrone, che si è rivolto ai carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento