Valsugana, il trasporto bici su treno finisce a settembre: petizione per estendere il servizio

Una petizione su Change.org per estendere il servizio di trasporto bici su treno anche alla Primavera ed all'Autunno e rendere così accessibile un vero gioiello per gli amanti del cicloturismo

Un servizio funzionale di trasporto bici su rotaia per sfruttare al meglio le potenzialità di una delle migliori piste ciclabili d'Europa. La richiesta, oltre che popolazione, arriva anche da enti istituzionali quali le Apt ella Valsugana e del Lagorai e le Comunità di Valle della valsugana, Tesino e Bersntol, ma tra i  promotori della petizione, lanciata sul sito Change.org c'è anche la Fiab Veneto-trentino e l'unione Montana Valbrenta, due enti interregionali.

Attualmente il servizio di trasporto bici sulla ferrovia della Valsugana è attivo solamente nei mesi di luglio ed agosto con una carrozza che può trasportare fino a 32 bici nella tratta Trento-Bassano. Un servizio già di per sè limitato, che lascia oltretutto scoperti i mesi di settembre ed ottobre, molto amati dai cicloturisti, specialmente tedeschi, per via della maggior stabilità meteorologica, ma anche i mesi tra aprile e giugno. In questi mesi, sui treni ordinari, sono disponibili solamente due posti per bici, tra l'altro non prenotabili.

La richiesta di estendere il servizio per rendere più accessibili gli 80 chilometri di ciclabile che collega i  laghi di Levico e Caldonazzo alla città di Bassano è indirizzata in primis alla Provincia autonoma di Trento, che attraverso l'azienda di trasporti pubblici gestisce le corse fino a Bassano, a Trenitalia ed alla Regione Veneto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Proverbi trentini di gennaio: tra viole, lucertole, neve e santi

  • Coniugi bolzanini scomparsi: trovati degli indumenti nell'Adige a sud di Trento

  • L'ex rettore Bassi: "Ecco come ha fatto il Trentino a rimanere zona gialla"

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

Torna su
TrentoToday è in caricamento