Ciclabile tra Povo e Villazzano: la chiedono 1500 residenti

Il progetto c'è ma giace dimenticato dal 2015. Consegnate al Consiglio provinciale 1500 firme

C'è chi la chiama "Vi-Po": è la ciclabile, per ora ancora un sogno, tra Povo e Villazzano. I due paesi della collina est di Trento sono collegati  da una strada particolarmente trafficata. A poco, pare, sono serviti i lavori di  messa  in sicurezza di qualche anno fa, con i rallentatori e gli attraversamenti  pedonali all'ingresso dell'abitato di Villazzano. Ciclisti e pedoni si sentono ancora insicuri, così come i 1.478 residenti che hanno firmato la petizione consegnata queta mattina al prresidente del Consiglio provinciale Bruno Dorigatti. 

Il progetto, in realtà, c'è già ed è già esecutivo. "E' ancora  soltanto sulla carta, dal febbraio 2015 quando la Giunta con apposita delibera non ha ritenuto prioritario il finanziamento" spiegano i promotori della raccolta firme. Finanziamento, per la cronaca, previsto in 3,5 milioni di euro per un tratto di 3 chilometri. Ieri il comitato si è presentato in forze, con un nutrito gruppo di bambini e ragazzi e la presidente della Consulta dei genitori dell'istituto scolastico Trento 1, Elisa Molinari: "La sensazione è che potrebbero passare molti anni prima che il progetto venga ripreso e messo in opera". 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Si schiantano e rimangono incastrati sotto lo scooter: arrivano i Vigili del Fuoco con le pinze idrauliche

Torna su
TrentoToday è in caricamento