Cronaca

Cibo e abitudini alimentari: il 15% dei bambini e ragazzi trentini è in sovrappeso

Con la proliferazione delle tecnologie digitali aumenta la sedentarietà, una situazione che ovviamente non risparmia i giovani trentini, la metà  dei quali passa dalle 2 alle 4 ore al giorno davanti a televisione, computer o smartphone

Secondo il progetto 'Cibo, movimento e ambiente: così cresciamo sani' - promosso dall’associazione Scuola senza frontiere in 150 classi di tutte le scuole di ordine e grado del Trentino - il 15% dei bambini e ragazzi trentini è in sovrappeso. In particolare, scomponendo il dato, la percentuale sale al 17% per i maschi, mentre scende all'8% per le femmine. Gli adolescenti trentini si alimentano bene e fanno colazione regolarmente, ma 4 ragazzi su 10 non mangiano frutta e verdura più volte al giorno.

Con la proliferazione delle tecnologie digitali aumenta la sedentarietà, una situazione che ovviamente non risparmia i giovani trentini, la metà  dei quali passa dalle 2 alle 4 ore al giorno davanti a televisione, computer o smartphone.  Il progetto parte da alcuni dati drammatici: nel mondo abbiamo 2 miliardi di persone in sovrappeso o obese, che nella sola Italia costano alla sanità pubblica 2,5 miliardi l’anno, mentre più di 2 miliardi di persone sono malnutrite, più di 800 milioni soffrono la fame, 165 milioni di persone sono colpiti da malnutrizione cronica e 8000 muoiono ogni giorno per problemi legati alla malnutrizione. Tutto questo mentre, nei paesi occidentali, oltre il 50% del cibo viene sprecato. Da qui l’importanza di un forte coinvolgimento della scuola per un rapporto diverso tra cibo e salute. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cibo e abitudini alimentari: il 15% dei bambini e ragazzi trentini è in sovrappeso

TrentoToday è in caricamento