Cronaca Arco / bolognano

Poste, ricorsi al Tar e proteste contro la chiusura degli Sportelli

Ad Arco il sindaco Alessandro Betta martedì prossimo chiuderà il suo conto corrente postale in segno di protesta per il taglio dello sportello di Bolognano. Contro la chiusura dell'ufficio di Marco di Rovereto il sindaco della Città della Quercia Valduga è pronto a ricorrere al Tar

E' guerra aperta tra sindaci trentini e Poste Italiane sulla chiusura degli sportelli periferici. A Rovereto Valduga annuncia di essere intenzionato a ricorrere al TAR contro il taglio dello sportello di Marco. Ad Arco l'esasperazione per la chiusura dell'ufficio postale di Bolognano ha spinto il sindaco Alessandro Betta ad organizzare l'ennesima iniziativa di protesta. Martedì prossimo chiuderà il proprio conto corrente postale dall'ufficio di Bolognano. "A fronte di svariate lettere che abbiamo spedito a Poste Italiane - spiega il sindaco - non abbiamo avuto nemmeno una risposta. Un atteggiamento inqualificabile che offende un'intera comunità". La cittadinanza è invitata a partecipare all'azione di protesta, la terza messa in campo oltre alla raccolta firme. Betta continua a considerare ingiustificata la chiusura dell'ufficio postale di Bolognano, uno sportello che serve dai 100 ai 200 utenti al giorno e per il quale si pensa di ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste, ricorsi al Tar e proteste contro la chiusura degli Sportelli

TrentoToday è in caricamento