Cronaca

Trento, non rispetta le norme anti-covid davanti al cliente-poliziotto: chiuso un ristorante-pizzeria del centro

L'agente è entrato per ritirare il suo ordine d'asporto e ha trovato due persone nel locale, uno seduto al tavolo senza mascherina, l'altro al banco a bere birra

Immagine di repertorio

Un altro locale chiude per aver disatteso le direttive di contrasto alla diffusione del coronavirus. Nella serata di mercoledì 10 marzo, verso le 19 circa, un funzionario della Questura di Trento è entrato in un ristorante-pizzeria del centro per ordinare cibo d’asporto. Poco dopo, all’atto del ritiro, all’interno ha trovato oltre al gestore del locale anche due persone di cui uno seduto a un tavolo senza mascherina e l’altro al bancone, mentre sorseggiava una birra.

Vista la situazione il funzionario si è qualificato e, supportato dagli agenti della Squadra Volante arrivati sul posto, ha contestato ai due clienti la violazione delle norme anticovid e al gestore del locale il mancato rispetto del divieto di vendita diretta senza asporto di bevande. Al termine degli accertamenti è stata immediatamente disposta la chiusura del locale fino a domenica 14 marzo, oltre ad infliggere la sanzione amministrativa da 400 a 1000 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trento, non rispetta le norme anti-covid davanti al cliente-poliziotto: chiuso un ristorante-pizzeria del centro

TrentoToday è in caricamento