rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Nuovo appello di Chico Forti, si rivolge direttamente a Renzi: "Nessuna misericordia, sono innocente"

Dalle pagine del Quotidiano Nazionale il trentino, detenuto dal 1998 in Florida, si rivolge al presidente del Consiglio Matteo Renzi: "Niente pietà o misericordia, sono innocente, aiutatemi"

Nuovo appello di Chico Forti che, dalle pagine del Quotidiano nazionale, lancia il suo appello rivolgendosi direttamente al premier Renzi: "Sono sepolto vivo - queste le parole usate dal  trentino, detenuto da ormai 15 anni negli Stati Uniti - Renzi mi tiri fuori". Nè pietà nè misericordia, dice Forti, ma verità: l'ex velista e produttore televisivo trentino si professa da sempre innocente. Si trova in carcere con l'accusa di aver ucciso l'imprenditore americano Dale Pike. La vicenda risale al febbraio del 1998. Leggi la vicenda su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo appello di Chico Forti, si rivolge direttamente a Renzi: "Nessuna misericordia, sono innocente"

TrentoToday è in caricamento