Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

È morta la cerva adottata dai bambini a Cicona di Canale

I bambini l'avevano nutrita e la cerva era stata adottata dopo il via libera della Provincia. L'animale, però, è stato trovato morto nei boschi per cause naturali prima che potesse essere accolto dal paese

E' finita tristemente la favola della cerva Carmela, adottata dal paese trentino di Cicona di Canale, una frazione di Canal San Bovo (TN), nella Valle del Vanoi. Si era spontaneamente avvicinata al paese, forse perché affamata. I bambini del luogo avevano provveduto a rifocillarla e la cerva era stata visitata da un veterinario e dalle guardie forestali della provincia. L'animale, però, è stato trovato morto per cause naturali prima che potesse essere accolto dal paese. La cerva, due mesi fa, forse per sfuggire ai rigori dell'inverno, aveva trovato rifugio nei pressi della casa di una famiglia del paese e ben presto era diventata la beniamina dei bambini. L'ufficio forestale della zona aveva deciso però di allontanarla dal paese per reinserirla in un habitat selvatico piu' adatto per lei. Decisione però rivista dopo l'accorato appello delle mamme dei bambini del paese. Il servizio foreste della Provincia, aveva così autorizzato l'adozione temporanea. Provvedimento che però non potrà più essere applicato: la cerva, già anziana, sulle cui tracce si era messi i forestali, è stata rinvenuta morta nei boschi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È morta la cerva adottata dai bambini a Cicona di Canale

TrentoToday è in caricamento