Cronaca

Esce per cercare il cane e non torna: trovato senza vita in un dirupo

Si sono concluse nella serata di sabato 9 maggio le ricerche di un uomo disperso nei boschi di Folgaria. Il corpo senza vita è stato trovato alla base della parete rocciosa

E' uscito per cercare il cane, e non è più tornato. Si sono concluse nel più drammatico dei modi le ricerche di una persona dispersa sull'Altopiano di Folgaria. I soccorritori, nel primo pomeriggio di sabato 9 maggio, si sono messi sulle tracce di un uomo del 1963 residente in zona. 

Alle ricerche hanno partecipato i volontari del Soccorso Alpino degli Altipiani, di Rovereto, Ala, Levico e Riva del Garda, insieme ai colleghi del Veneto, le unità cinofile del Soccorso Alpino Trentino e quelle della Scuola provinciale Cani da Ricerca, i Vigili del Fuoco, la Croce Rossa ed i Carabinieri. Elicottero e droni hanno sorvolato la zona per cercare dall'alto qualche traccia del disperso.

Prima è stata ritrovata l'auto, in località Grimen, vicono a Forte Cherle, poi il cane, vivo. Lì vicino una parete di roccia, a strapiombo. I sospetti purtroppo sono stati confermati quando il corpo è stato avvistato alla base della parete rocciosa. I soccorritori si sono calati con le corde per recuperare la salma. La tragedia ha scosso l'intera comunità di Folgaria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esce per cercare il cane e non torna: trovato senza vita in un dirupo

TrentoToday è in caricamento