rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Via Papiria

Via Papiria, centro sociale Bruno a Piedicastello? Il comitato non ci sta

E' guerra aperta sul possibile trasferimento del Centro sociale Bruno in via Papiria. Secondo il Comitato di Piedicastello il quartiere, nel centro storico, non sarebbe il luogo adatto ad ospitarlo

I cittadini di Piedicastello non sono contrari alle attività promosse dal centro sociale Bruno, ma alla sua possibile collocazione in via Papiria, nel quartiere di Piedicastello, all'interno di un immobile di tre piani.

Il quartiere, infatti, è un antico rione con strade molte strette, parcheggi insufficienti e altri problemi logistici. Il luogo quindi non sarebbe adatto ad ospitare questo tipo di struttura che potrebbe anche comportare la possibilità che le persone si fermino fino a tarda sera sotto l'edificio.

A spiegare le proprie motivazioni durante la seduta del consiglio circoscrizionale Centro storico-Piedicastello, riportata del giornale trentinocorrierealpi.gelocal.it è Postinghel, presidente del Comitato di quartiere, che a Trento Today dichiara: "Abbiamo sentito le opinioni dei residenti ed abbiamo riportato le osservazioni  in una mail inviata al Presidente della Circoscrizione Redolfi  ed  al Presidente della Patrimonio del Trentino ing.Bortolotti. In questa comunicazione si chiedeva alla Circoscrizione, qualora l’ipotesi avesse avuto un seguito, di considerare le forti perplessità e contrarietà relative a tale soluzione espresse dai residenti,  e che si indicesse un'assemblea pubblica con i soggetti coinvolti e la popolazione".

Dal canto loro, il Centro sociale Bruno fa sapere a Trento Today che loro erano disponibili a incotrare il Comitato, ma questo a tutt'oggi non è ancora successo. Per quanto riguarda lo stabile hanno affermato :"Rispetto allo stabile invece non abbiamo nessuna novità da comunicare: come abbiamo già detto c'è un canale di comunicazione aperto. Vedremo se porterà a dei risultati concreti".

Sulla questione nel corso del consiglio circoscrizionale è intervenuto anche l'ingegnere Claudio Bortolotti, presidente della Patrimonio del Trentino, ente che nasce proprio con l'idea di valorizzare e di riqualificare un territorio poco o non utilizzato anche dal punto di vista sociale. "Ancora non è stato deciso nulla sul luogo dove il centro sarà destinato - ha rassicurato nel corso della seduta - I tempi però sono stretti, visto che entro giugno 2014 l'edificio dovrà essere consegnato alla Cooperazione, ecco perchè è necessario trovare quanto prima una soluzione che vada bene per tutti".

Sempre secondo Bortolotti i ragazzi del Bruno sarebbero disponibili e pronti al dialogo per cercare di sciogliere dubbi e perplessità sulla questione in corso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Papiria, centro sociale Bruno a Piedicastello? Il comitato non ci sta

TrentoToday è in caricamento