Massaggiatrice senza abilitazione, denunciata

Quando i Nas si sono presentati alla porta dell'appartamento di Linfano di Arco la donna ha esibito un attestato falso, ed era inoltre pagata in nero

Centro massaggi abusivo a Linfano di Arco. Ad accertare la mancanza delle necessarie autorizzazioni sono stati i Nas di Riva del Garda che ieri pomeriggio hanno fatto irruzione nell'appartamento dopo le ripetute segnalazioni da parte dei residenti che avevano notato uno strano via vai. Oltre alle carenze dal punto di vista igienico-sanitario i militari hanno appurato  la  falsità dell'attestato di abilitazione alla professione terapeutica esibito dalla "titolare" dell'attività, una cittadina cinese di 46 anni. Tutti i pagamenti naturalmente venivano effettuati "in nero". La donna è stata denunciata in stato di libertà per esercizio abusivo della professione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casting per un film in Trentino: cercansi comparse dall'aspetto nordico

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • Campiglio, drammatico incidente sugli sci: gravissima una ragazza di 25 anni

  • A Bolzano tornano i voli di linea: Roma, Sicilia, Vienna

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

  • Malessere collettivo a Folgarida: il virus potrebbe essere stato portato dagli studenti

Torna su
TrentoToday è in caricamento