E' ai domiciliari ma invita gli amici a cena: arrivano i carabinieri ed arrestano tutti

Cena tra amici nonostante i domiciliari: il gruppetto, in un prim momento, ha opposto resistenza ai militari, che hanno chiamato due pattuglie di rinforzo

Cena tra amici interrotta dai carabinieri: questa volta i militari non hanno agito solamente per far rispettare le norme dell'emergenza coronavirus, che vietano gli assembramenti anche all'interno delle mura domestiche. Il padrone di casa, infatti, era sottoposto agli arresti domiciliari. Una condizione che, già di per sè, vieta di avere contatti con altre persone se non secondo le rigide norme imposte dal giudice.

Nonostante la misura restrittiva dei domiciliari l'uomo aveva invitato a cena altre quattro persone. Ad interrompere la fetsa, però, sono arrivati i carabinieri: in un primo momento, si legge nel comunicato, i cinque convenuti hanno provato ad opporre resistenza. Nel frattempo però i militari hanno chiamato sul posto altre pattuglie ed i cinque sono stati arrestati.

Dopo essere stati trattenuti in camera di sicurezza presso la caserma di via Barbacovi uattro di loro sono stati rilasciati con una denuncia per violenza e resistenza a pubblico ufficiale. Accuse alle quali, per il padrone di casa, si aggiunge quella di evasione: è stato riaccompagnato a casa e nuovamente sottoposto al regime dei domiciliari, in attesa di processo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento