Minorenne compra online con carte clonate: i carabinieri regalano tutto ai bisognosi

Vestiti e cellulari di lusso: il materiale sequestrato nell'operazione Free Pay sarà dato alla parrocchia del Redentore

I Carabinieri della Valsugana ed il parroco del Redentore

Vestiti, orologi, cellulari di ultima generazione, acquistati con una truffa ed ora regalati a chi ne ha più bisogno. E' questa la singolare iniziativa dei carabinieri di Levico Terme. Un'indagine, conclusa un anno e mezzo fa, aveva portato alla luce un giro di acquisti online fatti con carte di credito clonate da parte di un minorenne della valle. Un caso che fece molto discutere. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi il materiale sequestrato nel corso di quell'indagine servirà come "regalo di Natale", o forse sarebbe meglio dire di Capodanno, per le famiglie più bisognose individuate dalla Parrocchia del Santissimo Redentore di Levico, destinataria della solidarietà dell'Arma, che proprio per questo tratto distintivo nel secolo scorso si guadagnò il soprannome di Benemerita. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento